Benevento, mister Brini per puntare in alto sperimenta uno spregiudicato 4-2-4

Nel “buen ritiro” di Roccaporena nasce il nuovo Benevento. Tante novità tecniche, una succosa primizia tattica. Il Benevento del prossimo campionato giocherà con uno spregiudicato 4-2-4. Fabio Brini sta insistendo su questo modulo, dirette discendente del 4-2-3-1 della scorsa stagione. L’aveva annunciato l’allenatore giallorosso: «Voglio dare un aiuto all’attaccante di riferimento» . Un principio già chiaro di suo poi quando dopo Eusepi è arrivato anche Marotta, a quel punto si è capito il disegno tattico dell’allenatore di Porto Sant’Elpidio: due attaccanti al centro e due ali larghe che possano servirgli palloni in continuazione. Le prime partite in terra umbra sono state tutte giocate così.
Un test in famiglia, un’amichevole con i dilettanti del Cascia nella quale sono state segnate 15 reti. Le dà il giusto significato il tecnico giallorosso: «Queste sono le partite più importanti, perché devi giocare sempre nella metà campo avversaria e devi farlo bene. Se non fai i movimenti giusti, non arrivi a rete».

Voglia di vincere. Il 4-2-4 chiarisce bene quale sia la voglia di vincere di questa squadra. Un modulo estremamente offensivo, ma che richiede tanto sacrificio da parte di tutti i giocatori dell’attacco. E non soltanto dell’attacco, ovviamente. In campo ci vanno pure gli avversari e Brini mette in chiaro il concetto essenziale di ogni idea di calcio offensivo: «E’ importante che tutti sappiano attaccare e difendere allo stesso modo, sia gli esterni che gli attaccanti centrali. Ogni movimento deve essere fatto nel modo giusto, ogni atleta deve giocare per la squadra. Se ognuno lavora solo per se stesso, questo non ci porta a vincere le partite».
Si avvicina a grandi passi il calcio giocato: oggi c’è il test in famiglia, terzo della stagione, domenica a Roccaporena l’ultima amichevole in terra umbra contro l’Arezzo. Si conosce anche il primo avversario di Coppa Italia, la Correggese, aspirante ad un posto di Lega Pro: «Sono gli avversari peggiori – commenta Brini che non si fida affatto – perché non hanno nulla da perdere. Ma noi abbiamo gli stimoli giusti giocando davanti al pubblico amico. E poi c’è la possibilità di guadagnarsi nel secondo turno un avversario di serie B, la Virtus Entella, uno stimolo maggiore».
Affari in corso. Il mercato del Benevento è tutt’altro che chiuso. L’ultimo arrivato in ordine di tempo, Enrico Pezzi dal Pontedera, è andato a prendere il posto di Dicuonzo passato al Pisa. Adesso si attende qualche altro colpo che colmi il vuoto lasciato da Guerra, che è stato ceduto in prestito al Matera. «L’organico è completo almeno al novanta per cento – chiosa l’allenatore del Benevento – ed è ovvio che se dovesse esserci ancora qualche uscita, ci sarà qualche altra entrata».
Almeno un paio di cessioni dovranno ancora essere portate a termine: due ragazzi della “cantera” dovrebbero andare in prestito. Si tratta di De Risio, per il quale c’è un interessamento della Vigor Lamezia, e di Buonaiuto, che è sul punto di andare a Teramo dove ritroverebbe il suo vecchio allenatore ai tempi dell’Aprilia, ovvero Vivarini. In uscita c’è anche il centrocampista dominicano Espinal, mentre sul versante degli arrivi diventa sempre più insistente la voce che vuole l’argentino Alfageme a un passo dalla firma con il sodalizio giallorosso sannita. Sull’ex Ternana si starebbero muovendo anche Novara e Lecce, ma il Benevento sembra essere anche questa volta certo di riuscire ad averla vinta.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.