Archivi per la Categoria: Rubrica del Lunedi

Editoriale a cura del direttore di iamnaples.it: un approfondimento settimanale della giornata di campionato passata: analisi tattiche,società, settore giovanile e il calciomercato sono i vari temi trattati.

Archivi per la Categoria: Rubrica del Lunedi

Editoriale a cura del direttore di iamnaples.it: un approfondimento settimanale della giornata di campionato passata: analisi tattiche,società, settore giovanile e il calciomercato sono i vari temi trattati.

Il Napoli è in una crisi di progetto: serve il coraggio di De Laurentiis

Il Napoli è in una crisi di progetto: serve il coraggio di De Laurentiis

“Mai fare il passo più lungo della gamba”, l’analisi storica del Napoli di De Laurentiis ha sempre avuto come riferimento questo concetto della gestione finanziaria del club azzurro seguita in maniera brillante da Andrea Chiavelli. Questo concetto ha rappresentato due facce della stessa medaglia: quella positiva riguardo la virtuosa gestione dei conti, quella negativa nella critica per cui nei momenti decisivi in alcune circostanze è mancato il passo importante per portare a casa storiche vittorie. “Mancano sempre cinque centesimi per fare un euro”, affermava Diego Armando Maradona, l’eroe dell’unico Napoli vincente in Italia e in Europa. Il paradosso della stagione in corso è che il Napoli sta vivendo una crisi di progetto proprio dopo l’estate in cui De Laurentiis ha alzato l’asticella investendo 115 milioni di euro sul mercato e portando il monte ingaggi per la prima volta nella storia oltre i 100 milioni.mIl Napoli ha provato ad alzare l’asticella ma si è scontrato con i suoi limiti nella gestione dei “mal di pancia”, nella perdita del controllo dello spogliatoio esplosa la notte di Napoli-Salisburgo.

Dopo l’era Sarri, che ha portato gli azzurri ad una continuità di rendimento così importante da sfiorare lo scudetto, bisognava rifondare, rendersi conto che c’era bisogno di rinnovare un ciclo. De Laurentiis in certe fasi storiche è stato molto lungimirante, ha avuto il coraggio di guardare avanti sfidando anche la piazza, nel post Sarri ha preferito inseguire l’utopia di rendere il Napoli ciò che non è: una big stabilmente ai vertici del calcio italiano che non ha bisogno di vendere i suoi pezzi pregiati. De Laurentiis ha scommesso su Ancelotti, a causa dei costi per un suo eventuale addio sta continuando a farlo e per il momento questa scelta non ha portato i suoi frutti. Il Napoli ha retto fino allo scorso dicembre, sulla scia dell’entusiasmo per il cammino in Champions League e del lavoro di “transizione” compiuto da Ancelotti, poi non ha più trovato continuità perché la trasformazione tattica della sua creatura ha prodotto un pasticcio. Ancelotti ha inseguito un’utopia: difesa molto alta, conquista della metà campo avversaria con la densità tra le linee, calcio posizionale con la capacità dei calciatori di leggere costantemente situazioni diverse, identità flessibile nell’idea delle rotazioni e del turn-over radicale per valorizzare la rosa. Questo progetto ha prodotto una squadra che soffre costantemente in fase di non possesso proprio tra le linee e nello scivolamento laterale, nell’ultimo ciclo ha ripresentato i problemi che aveva superato in passato. Le pagine dello storytelling ai tempi dell’arrivo di Ancelotti narravano di un allenatore che avrebbe dovuto far fare il salto di qualità alla squadra sotto il profilo psicologico e, invece, questo gruppo, svuotato anche da varie situazioni contrattuali non risolte e dalla sciocchezza di rifiutare il ritiro dopo Napoli-Salisburgo, ha perso anche le certezze che esprimeva in passato.

Il Napoli ha bisogno del presidente De Laurentiis che abbiamo conosciuto in passato, coraggioso, capace di decisioni forti, in grado di affrontare il problema alla radice. Servono due piani: uno per arrivare a fine stagione nel migliore dei modi, in estate poi bisognerà interrogarsi su prospettive e strategie. A questo gruppo serve una scossa, contro il Genoa non è arrivata, quindi, è necessario prenderne atto e non rinviare la risoluzione dei problemi. Ancelotti ha incassato la fiducia a tempo, l’esonero rappresenterebbe un ulteriore investimento che De Laurentiis non vuole sobbarcarsi, tocca al “leader calmo” presentarsi a San Siro con una squadra trasformata sotto il profilo tattico e mentale, altrimenti la musica sarà sempre la stessa e il Napoli poi sarà costretto a cambiare.

Ciro Troise

Il Napoli è afflitto da un virus tattico e mentale: tocca tirar fuori la personalità

Il Napoli è afflitto da un virus tattico e mentale: tocca tirar fuori la personalità

Il Napoli può ridimensionare i suoi problemi prendendosela con la sfortuna, i rigori non dati, i pali, le traverse oppure ammetterlo, studiarlo, comprenderlo a pieno e affrontarlo non come una sindrome passeggera ma un virus profondo. Il Napoli non ha l’influenza, un malanno di stagione ma una malattia che deve curare per raddrizzare la propria… Continue Reading

Non è colpa del turn-over, il Napoli ha un disagio strutturale

Non è colpa del turn-over, il Napoli ha un disagio strutturale

“Il secondo posto non basta più”, tuonava Ancelotti durante il ritiro di Dimaro e dopo nove giornate di campionato la domanda da fare è: il Napoli sta viaggiando ad un ritmo tale da dare seguito a quella dichiarazione? La Juventus ha due punti in meno rispetto all’anno scorso, il Napoli quattro e la colpa non… Continue Reading

Napoli, una rondine non fa primavera, la missione è la continuità

Napoli, una rondine non fa primavera, la missione è la continuità

Il Napoli non subisce gol da tre partite, con Ancelotti in panchina era accaduto in due occasioni nella scorsa stagione, ad ottobre contro Liverpool, Sassuolo e Udinese, a febbraio contro Torino, Zurigo e Parma. Manca la regola del quattro al Napoli che darebbe la sensazione di aver trovato continuità, la missione che Ancelotti ancora non… Continue Reading

Milik ritrova il gol, Lozano manda messaggi a Ancelotti: il Napoli ha qualità

Milik ritrova il gol, Lozano manda messaggi a Ancelotti: il Napoli ha qualità

Può apparire scontato ma le conferme non sono mai poche: il Napoli ha qualità, un organico di ottimo valore e le Nazionali stanno mettendo il marchio a questa considerazione confortata anche dai numeri. La rosa a disposizione vale 653 milioni circa, ha portato il Napoli ad un investimento sul monte ingaggi di circa 105 milioni… Continue Reading

Mister, serve un passo indietro per farne due avanti

Mister, serve un passo indietro per farne due avanti

Il Napoli ha espresso intensità per l’intera gara soltanto contro il Liverpool, l’unica in cui la squadra ha messo in campo il vestito richiesto da Ancelotti: intensi, aggressivi, capaci di leggere le situazioni e anche di mutare la propria identità in corso d’opera. Gli episodi sono fondamentali, i Reds non hanno approfittato delle palle perse… Continue Reading

Lo shock Cagliari non è ancora superato, vincere a Genk e Torino per rimuoverlo

Lo shock Cagliari non è ancora superato, vincere a Genk e Torino per rimuoverlo

“Non è possibile prendere un gol così, dobbiamo difendere in avanti, non scappare sempre dietro”, Mertens ancora una volta dimostra che, se quando avrà finito di giocare a calcio vorrà cimentarsi in tv, sarà anche uno straordinario opinionista. Dries ha fatto sintesi, come quando nella scorsa stagione parlò di un gruppo di “giocatori normali”, sull’ansia… Continue Reading

Ancelotti considera la squadra roba “sua”, così il turn-over è una risorsa

Ancelotti considera la squadra roba “sua”, così il turn-over è una risorsa

Ancelotti sente sua questa squadra, oltre la convincente vittoria il Napoli dalla trasferta di Lecce, che chiude il trittico con Sampdoria e Liverpool, si porta dietro questo livello di consapevolezza che non è assolutamente poco. Il Napoli nella scorsa stagione ha sofferto le rotazioni, l’annata di transizione imponeva di valutare tutto l’organico per valorizzarlo e… Continue Reading

La macchina da gol Napoli ha bisogno di tempo ma pesa l’esame Liverpool

La macchina da gol Napoli ha bisogno di tempo ma pesa l’esame Liverpool

La realtà rovescia le previsioni, accade spesso soprattutto nel calcio. Per un’estate intera si è discusso di attaccanti o comunque di giocatori che potenziassero la fase offensiva, c’era il ricordo della scorsa annata con tante occasioni fallite, il primato dei pali e la sensazione che la squadra concretizzasse molto meno rispetto a ciò che creava.… Continue Reading

La cartolina di Firenze è un bicchiere “mezzo pieno” non solo per la vittoria

La cartolina di Firenze è un bicchiere “mezzo pieno” non solo per la vittoria

Le grandi difficoltà del Napoli a Firenze nella prima mezz’ora hanno ricordato lo stesso spartito della prima gara di un anno fa, anche quella conclusa con i tre punti all’Olimpico contro la Lazio. Montella, non dovendo programmare le coppe e i periodi in cui diventerà prassi giocare ogni tre giorni, ha lavorato affinchè la Fiorentina… Continue Reading

La nostra testata giornalistica

IamNaples è la testata di riferimento per tutte le notizie sullo sport campano, basket, pallanuoto, calciomercato del Calcio Napoli e settore giovanile del calcio napoli con esclusive e dirette del Calcio Napoli.



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google