Roma, Alisson sul suo futuro: “Sono felice qui, vorrei vincere un titolo con questo club”

Le parole dell'estremo difensore giallorosso sulla sua ottima prima stagione in Italia

Il portiere brasiliano della Roma Alisson ha rilasciato una lunga intervista attraverso i canali ufficiali del club giallorosso, parlando tra l’altro del suo rapporto con la città capitolina: “Era bello quando ero piccolo, mi divertivo tanto. Mi sono fatto molti amici nel calcio e ho lavorato con tanti professionisti. L’esordio in Nazionale? Giorno indimenticabile. La giornata è stata splendida per me e la mia famiglia. Il mio sogno è divenuto realtà. Sono due anni che sono davanti alla porta brasiliana. Il Brasile ha avuto portieri bravissimi. Anche io devo essere sempre pronto, sono contendo di avere questo peso e di stare lì. Non mi accontento e voglio anche vincere con la Nazionale. Sarà un Mondiale difficile e dobbiamo fare del nostro meglio. Vorrei vincere un titolo qui. La squadra lo merita, lavora tanto. Vorrei far parte di questo. Anche nel vecchio stadio dell’International i tifosi che cantano e suonano sono quelli della Curva Sud. Adesso la Curva è diventata la mia casa. C’è molta rivalità qui a Roma, anche in Brasile c’è rivalità nell’International. Jesus mi ha aiutato molto qui a Roma. Lui conosceva la mia situazione. Sua moglie ha aiutato la mia. È stato importante. Anche i romani mi hanno accolto benissimo. Non è stato facile qui. È cambiato tutto. Sono arrivato qui e ho trovato un modo diverso di lavorare, giocando una volta ogni tre settimane, spettando le coppe. Ho aspettato il mio momento e ho preso la maglia numero 1. Non la lascerò mai. Penso che nessuno sia insostituibile, però, ogni giorno arrivo qui al centro sportivo pensando di fare del mio meglio e di fare bene sempre per aiutare i miei compagni. La cosa più brutta per un calciatore è non giocare. In panchina avevo voglia di entrare in campo. Ho avuto calma e tranquillità nell’aspettare il mio momento, che è arrivato. Sono arrivato qui per giocare e per fare del mio meglio. È stato bello ed emozionante per me. Cerco di giocare sempre col cuore. Tutte sono difficili ma la più bella è stata quella su Saul nella gara contro l’Atletico Madrid. Non la dimenticherò mai. In Brasile ho giocato la Libertadores ma non c’è paragone con la Champions in relazione ai tifosi e a ciò che c’è fuori dal campo. Quando entro in campo mi sento un grande lupo e questo raddoppia la voglia di giocare. Penso che la Roma sia cresciuta in questi ultimi 5 anni nell’atteggiamento e nel dimostrare la voglia di vincere”.

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.