Napoli, c’è il Genoa su Edu Vargas: probabile scambio con Alberto Gilardino?

Non Mister X come va di moda nel calciomercato d’oggi. A Napoli, arrivato come Mister Edu Vargas, pagato fior di quattrini (11,4 milioni di euro), la nuova perla di Sudamerica corteggiata da tutta Europa è presto diventata Mistero. E basta, con quelle prestazioni bidonesche in serie. Però, mistero pure come il 23enne attaccante cileno, Turboman che faceva sfracelli in patria, tornato a respirare aria sudamericana tra Nazionale cilena e campionato brasiliano nel Gremio, abbia ripreso a segnare e meravigliare. Allora, il club partenopeo per risolvere il rebus di Eduardo ha pensato di portarlo in Italia, non direttamente in azzurro ma in serie A, per valutare se la maturazione dell’oneroso investimento sia ormai a buon punto anche per il costrittivo pallone nostrano. Con precisa destinazione per il prestito, dicono a Santiago dove Vargas si è radunato con la Roja per i recenti impegni di qualificazione al Mondiale (gol al Paraguay, gol alla Bolivia): Genoa. Qui, però, s’infittisce il mistero. E non è più questione di quale sia la verità calcistica del delantero, se come si chiedono a Castel Volturno sia Dottor Edu o Mister Vargas.

Semmai, discorso di contratto e di dettagli dell’operazione. Per il primo, s’intende quello con il Gremio. Prestito fino alla fine dell’anno, dicembre 2013. Tuttavia, con una clausola che permette al Napoli di riportare indietro il cileno in estate. Sulla scadenza di questa opzione, appunto, diverse interpretazioni. Sembrava decadesse due giorni fa, c’è chi parla della fine di questo mese. Al Gremio, pur con ottimismo che Vargas rimanga altri sei mesi, temporeggiano e come data indicano il 21 giugno. Il dirigente Marcos Chitolina: «Non ci è arrivata alcuna comunicazione ufficiale dall’Italia, perciò riteniamo ci siano buone possibilità che Vargas resti con noi». E il direttore sportivo Rui Costa (solo omonimo del portoghese ex centrocampista di Fiorentina e Milan): «Dobbiamo aspettare. Ancora non possiamo dire se resterà o tornerà in Italia. Sicuramente è un giocatore valorizzato in questo periodo». Insomma, in Sudamerica Turboman va forte. E a invogliarlo a rimanere là ci sarebbe pure la relazione con la modella verdeoro Daniela Colett, di cui i due non fanno mistero (sebbene lei sia tifosa dell’Internacional de Porto Alegre, derby con il Gremio). Però per Vargas c’è anche l’ambizione di affermarsi pure in Italia. A Napoli in primis, dove c’è la valutazione di Rafa Benitez in corso. Se possa essere pronto subito o meno. Perplessità ci sono, non a caso la società di De Laurentiis si sta muovendo su altri obiettivi d’attacco, oltre a essere alle prese con mistero d’altro tenore ma pure più importante, il destino di Edinson Cavani. Ebbene, i media cileni riportano questa considerazione del ds Bigon: «Il desiderio di giocare di Vargas è comprensibile, ma avrà l’opportunità di dimostrare che è importante. E non è in dubbio che gode della nostra considerazione». Però, rendimento italico ancora da testare a pieno e allora l’idea di esercitare il diritto di “recesso” del prestito entro il 21 giugno e poi mandare Edu ancora in prestito ma in serie A.

Secondo La Hora, il piano è già pronto: girata al Genoa. Che cercava l’attaccante cileno già a gennaio e ha espresso gradimento con il presidente Enrico Preziosi. Oltre che con Fabio Liverani, poiché Vargas si adatterebbe a pieno, da esterno offensivo, al tridente che il giovane allenatore intende disegnare. È la seconda parte del piano che dà tuttavia ancora spazio ad altro mistero dell’operazione: il “favore” ai rossoblù sarebbe per ottenere Alberto Gilardino, il quale è invece al centro d’altro intrigo con Bologna e Inter. Al di là della ristrettezza dei tempi per dare maggior concretezza all’affare, quindi, serve anche individuare differente contropartita (ovviamente, per prestito contro cessione definitiva, ci sarebbe conguaglio cash a favore del Grifone). Benitez apprezza Juraj Kucka, per il quale però sono più avanti altri come Milan, Fiorentina, Liverpool. C’è l’opzione Luca Antonelli. C’è Ciro Immobile, il Napoli lo cerca ancora, ma la Juventus comproprietaria preferirebbe usarlo per Ogbonna con il Torino.

Fonte: Il Secolo XIX


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.