ESCLUSIVA – Udinese-Napoli, Vidigal: “Gara importante, azzurri favoriti. De Canio fondamentale per me al Napoli”

Il doppio ex: "Vi spiego cosa è cambiato con Sarri. Col Napoli ho parlato di alcuni giovani portoghesi. L'azzurro mi è rimasto nel cuore"

Con le vacanze pasquali ormai alle spalle e dopo una settimana di sosta per gli impegni delle Nazionali, la Serie A tornerà in campo nel prossimo weekend per il rush finale di una stagione entusiasmante. Tra i protagonisti c’è sicuramente il Napoli che domenica sarà di scena nel nuovissimi Friuli di Udine contro l’Udinese del neo-tecnico De Canio, un ex tra l’altro. Per immergerci nell’attesa che ci separa dal fischio d’inizio della gara, la redazione di IamNaples.it ha portato in esclusiva ai suoi microfoni un doppio ex, Josè Luis Vidigal: quattro stagioni in azzurro, una con la maglia dell’Udinese.

Ciao Luis! Innanzitutto stai seguendo il campionato italiano? Quale è il tuo pensiero, chi lo vincerà?

Purtroppo non seguo la Serie A come mi piacerebbe. Però quando ho l’occasione di vedere una partita non me la faccio mai sfuggire. Il calcio italiano è sempre bello da vedere soprattutto per chi ha avuto la fortuna di giocarlo.

Quest’anno sembra non esserci una sola squadra schiacciasassi…

E’ vero, rispetto alle precedenti stagione la Juventus non viaggia in solitaria. Mi fa molto piacere che sia proprio il Napoli la sua agguerrita antagonista. Il mio desiderio è quello di vedere gli azzurri trionfare a fine stagione. Ad oggi, però, non so davvero chi può essere favorito, sarà lotta fino al’ultima giornata.

Domenica si affrontano due squadre in cui hai giocato. Che partita rappresenta per te Udinese-Napoli?

Ho avuto il piacere e l’onore di giocare in queste due grandi squadre. Questa partita, anche in passato, ha sempre avuto un valore particolare. Stiamo parlando di due club storici del calcio italiano. Mi aspetto sicuramente una bella partita, con il Napoli favorito a vincerla.

In passato hai avuto modo di lavorare con Gigi De Canio proprio al Napoli, che ora è tornato ad Udine. Che ricordo hai di questo allenatore?

Mister De Canio è stato molto importante per me. Di lui ho un ricordo bellissimo che porto nel cuore. In un periodo difficile della mia carriera è stato una guida fondamentale per me. Tornavo da un brutto infortunio e lui ha avuto la pazienza e la saggezza di reintegrarmi in squadra nel momento giusto.

Negli anni scorsi hai visto all’opera da vicino il Napoli di Benitez, soprattutto quando affrontò il Porto in Europa League. Secondo te cosa è cambiato oggi con il Napoli di Sarri?

É chiaramente un Napoli diverso. Benitez lo conosciamo tutti, e sappiamo che è un allenatore che privilegia il risultato, anche se spesso trascura lo spettacolo. Sarri, invece, è uno che prova a mettere insieme entrambe le cose e direi che questa stagione gli stia dando ragione.

Sei molto attivo in Portogallo, magari potresti consigliare al Napoli qualche giovane talento

Si, lavoro in TV come opinionista e faccio l’agente sportivo. Qui in Portogallo ci sono tanti giovani interessanti, qualcuno l’ho giá proposto al Napoli e ne abbiamo discusso, ora però costano tanto, bisogna giocare d’anticipo per battere la concorrenza.
Potrei fare i nomi di due centrocampisti come João Mario, classe ’93 di proprietà dello Sporting Lisbona, o del classe ’97 del Benfica Renato Sanches. In attacco ci sono anche Gelson Martins (’95) e Rafa (’93), due esterni d’attacco, uno dello Sporting e l’altro del Braga che stanno facendo una grande stagione.

Luis, in conclusione, che ricordo hai di Napoli, della gente, dell’ambiente?

Napoli ha un posto particolare nel mio cuore. Ero molto giovane quando sono arrivato in azzurro, era la mia prima esperienza all’estero. I miei primi figli sono napoletani. Ho sempre avuto un’accoglienza fantastica, dovunque andassi. E’ una città che è rimasta anche nel cuore di mia moglie. Io e lei siamo testimoni di nozze di due coppie napoletane. Abbiamo una passione per Napoli.

Servizio a cura di Stefano D’Angelo

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.