Analisi Tattica Napoli Calcio

Napoli – Genoa, l’analisi tattica: la pressione azzurra cresce nettamente dopo la mezz’ora, gara sbloccata su palla inattiva

Sulla crescente pressione del Napoli, il Genoa è costretto a rintanarsi nella propria metà campo

 VERSO LA GARA – Al San Paolo, i padroni di casa del Napoli affrontano il Genoa nell’ambito della ventinovesima giornata del campionato di Serie A: per provare ad accorciare sulla Juventus, che ieri non è andata oltre il pareggio con la SPAL, il tecnico degli azzurri Maurizio Sarri si affida ai suoi titolarissimi, con Hysaj e Mario Rui terzini rispettivamente di destra e sinistra e con la coppia di centrali difensivi composta da Albiol (che raggiunge le 200 presenze in azzurro) e Koulibaly; a centrocampo, Sarri schiera in cabina di regia Jorginho, che viene affiancato da Allan e Hamsik, mentre in attacco conferma il tridente composto da Callejon, Insigne e Mertens. Nel Genoa, Ballardini imposta un 4-4-2 che vede Biraschi e Rosi terzini bassi, Spolli e Zukanovic al centro della difesa, Hiljemark e Bertolacci interni di centrocampo, con Lazovic e Laxalt sulle fasce a supporto del tandem offensivo composto dall’ex azzurro Pandev e da Galabinov.

LE CHIAVI DEL MATCH – Il Genoa scende in campo ben organizzato e ad inizio gara si dimostra anche molto propositivo e rapido in ripartenza: gli uomini di Ballardini attuano un pressing alto sul portatore di palla azzurro per indurre il Napoli all’errore (che non manca) e ripartire in velocità, sfruttando soprattutto le fasce. Al 20, Sarri è costretto a sostituire l’infortunato Hamsik con Zielinski, che va comunque ad occupare la posizione dello slovacco. Col passare dei minuti – e in particolare dopo la mezz’ora di gioco –, il Genoa è costretto ad abbassare il proprio baricentro sulla crescente pressione azzurra, che negli ultimi minuti del primo tempo porta anche ad un palo colpito da Insigne e in generale mette alle corde la difesa rossoblù. Nella ripresa, continua la pressione del Napoli, che costringe in questo modo il Genoa a rintanarsi nella propria metà campo – spesso addirittura nella propria area di rigore – e che colpisce un altro palo con Mertens al 51’. Va sottolineata la netta crescita in termini di intensità della manovra azzurra, ma ad essa fa da contraltare il calo del pressing del Genoa; gli azzurri, al contrario, impediscono agli ospiti di ripartire e spesso recuperano subito la sfera grazie al pressing e al raddoppio sistematico. Al 61’, Ballardini manda in campo Taarabt al posto di Lazovic, passando ad un 3-4-2-1, con Taarabt e Pandev dietro a Galabinov; successivamente, Rigoni va a rilevare Pandev. Il neoentrato rigoni va a sostituire l’attaccante macedone anche nel pressing su Jorginho, per impedire al regista azzurro di costruire gioco. Nonostante questa indicazione, il Napoli continua a premere sull’acceleratore e al 72’ sblocca il match con Albiol, che su calcio d’angolo prolunga il pallone con un colpo di testa e batte Perin. Dopo il goal, Ballardini spende l’ultimo cambio a sua disposizione per inserire Giuseppe Rossi al posto Rosi, passando ad un 4-3-1-2 che vede Taarabt alle spalle di Rossi e Galabinov; nel Napoli, Sarri manda in campo Milik e Rog al posto di Mertens e Callejon. Negli ultimi venti minuti, il Napoli abbassa i ritmi, cercando di addormentare la gara grazie ad una delle sue doti più importanti, ovvero la circolazione di palla – senza comunque disdegnare qualche incursione dalle parti di Perin – e riuscendo a gestire il risultato, portandosi così a -2 dalla Juventus.

 

A cura di Mariano Menna

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.