Tavecchio: “Avrei sempre voluto Insigne e Balotelli titolari nella mia nazionale ma il presidente non fa la formazione”

Tavecchio: “Avrei sempre voluto Insigne e Balotelli titolari nella mia nazionale ma il presidente non fa la formazione”

Carlo Tavecchio, ex presidente della FIGC, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Kiss Kiss Napoli.

“Il Mondiale è il mio più grande rimpianto. Ho preso la mia decisione quando pensavo si dovessero dimettere tutti, alla fine l’ho fatto solo io. Sono stato l’unico a prendersi la responsabilità, io l’ho fatto con onestà intellettuale. Mi dispiace molto ma non potevo andare in campo a fare goal o altro. La colpa è collettiva, la Federazione non ha lasciato nulla di intentato ed ha messo in condizioni la squadra di dare il massimo. Io ho cercato di mandare tanti messaggi nel periodo della partita con la Svezia, ho cercato in tutti i modi di consigliare a Ventura di mettere Insigne dal primo minuto ma è il commissario tecnico che fa le scelte. Mi è dispiaciuto tanto che Insigne non abbia giocato. Mancini è stato una buona scelta, non avevamo una grande finestra di tempo per decidere. Il Napoli ha preso il meglio sul mercato, Ancelotti si commenta da sè. Ho sempre voluto Balotelli in Nazionale ma c’era sempre una certa resistenza, il presidente non fa la formazione. Le seconde squadre le ho impostate io qualche anno fa, il progetto è interessante e molto valido ma bisogna stabilire tante cose. La questione è molto complessa, deve esserci uno studio. Lo sponsor principale della FIGC non è la FIAT ma la Tim, bisogna fare attenzione. Nel caso in cui avessimo superato la Svezia, avremmo pensato ad un affiancamento tra Ventura e Ulivieri.”

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google