CdS – Napoli, Inler ora è senza maschera

Contro il Cesena debutta la coppia che ha deliziato la Svizzera

«Pronti per il campionato, anzi prontis­simi. Poi, penseremo alla Champions. Una gara per volta». Determinato più che mai Gokhan Inler, presentatosi ieri nel tardo pomeriggio a Castelvol­turno con il morale alto e la voglia di tuffarsi nel­la nuova avventura in maglia az­zurra. In sua compagnia, Blerim Dzemaili. Entrambi reduci dalla vittoria a spese della Bulgaria al St Jakob Park di Basilea (3 a 1).«Vor­remmo allenarci»,hanno chiesto a Mazzarri che ormai stava per con­cludere la seduta pomeridiana, sot­toponendosi quindi ad una seduta di scarico.

MAZZARRI CON HITZEFELD– Ottmar Hitzefeld, il ct elvetico, la sera prima aveva affidato a loro due le chiavi del centrocampo. Proprio come intende fa­re Mazzarri a Cesena anche se la Svizzera adotta un quattro-quattro-uno-uno. Buona la prima di In­ler e Dzemaili, il primo con la fascia di capitano al braccio e felice di poter raggiungere le cinquanta presenze in maglia rossocrociata; il secondo elet­to titolare dopo appena quattordici apparizioni innazionale, evidentemente in funzione dell’affiata­mento raggiunto con Inler dopo la preparazione svolta con il Napoli.

ESAME ITALIANO– Inler ha trascinato i suoi alla ri­monta dopo lo svantaggio iniziale; Dzemaili, inve­ce, lo ha assistito nelle due fasi di gioco con dili­genza e continuità. Soddisfatto Hitzefeld, ormai ad un passo dalla qua­lificazione agli Eu­ropei.

«Il centro­campo ha assolto in pieno al proprio compito sia in fase difensiva che nel­l’impostazione del­la manovra»,ha commentato il ct. Spera di fare altrettanto Mazzarri sabato sera, do­po la prova di Cesena, il primo vero esame della coppia di centrocampisti per i quali il Napoli ha investito circa ventitrè milioni di euro. Inler e Dzemaili saranno gli unici volti nuovi di una squa­dra che per nove undicesimi sarà la stessa dello scorso campionato. A loro il compito di regalare qualità (ed anche quantità) al centrocampo parte­nopeo; ad Inler e Dzemaili, la consegna di garan­tire equilibrio e personalità in cabina di regia.


RE LEONE
– Per Gokhan Inler, presentato a bordo della nave «Splendida» della Msc con la maschera da leone, non poteva presentarsi av­vio di campionato più beneaugurante. Una vit­toria schiacciante con la propria nazionale e poi Cesena, il campo che lo vide protagonista con la maglia dell’Udinese nello scorso cam­pionato. Suo, infatti, il gol del due a zero che diede ai friulani la spinta per ag­guantare i preliminari di Cham­pions. Ora Inler sogna il bis avendo al fianco non più Di Na­tale e Sanchez bensì Cavani e Lavezzi, nonché Hamsik. Il ter­reno in erba sintetica dovrebbe persino agevolarlo dal momento che Gokhan predilige giocare di prima e in velocità.

LA SFIDA– Dopo i complimenti ricevuti in naziona­le, Blerim Dzemaili raccoglie, invece, la sfida più intrigante della sua carriera: dovrà dimostrare di aver raggiunto la maturità tecnica per districarsi al fianco di Inler anche nel campionato italiano e in un club che punta in alto. E dove la concorren­za di Gargano, fermo a Cesena per squalifica, re­sta alta.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.