Cerca
Close this search box.

ESCLUSIVA – Taglialatela: “Il Napoli poteva vincere lo scudetto già la scorsa stagione, bisogna puntare al tricolore”

"Il terzo posto sta stretto al Napoli, che meritava di più e doveva raccogliere di più dalle sfide contro le piccole"

Pino Taglialatela, storico portiere azzurro con trascorsi alla Fiorentina, ha parlato in esclusiva ai microfoni di IamNaples.it in vista del match di Sabato sera tra Napoli e Fiorentina.

Sabato sera si gioca Napoli-Fiorentina ed entrambe le squadre sono reduci da una vittoria. Chi crede possa spuntarla tra la squadra di Sarri e quella di Sousa?

“Sicuramente il Napoli è superiore e lo ha dimostrato durante tutto l’anno. Credo abbia fatto un campionato straordinario soprattutto grazie a Sarri. La Fiorentina va rispettata, dal momento che anche all’andata ci sono state alcune difficoltà, ma se il Napoli fa il Napoli tutto dovrebbe andare come al solito”

Mertens è in odore di rinnovo, la trattativa sembra in dirittura d’arrivo. Crede che il rinnovo del belga sia una mossa saggia da parte della dirigenza azzurra?

“Il contratto di Dries andava rinnovato e credo che questa scelta sia stata frutto di un diktat da parte di Sarri, che lo ha voluto a tutti i costi. Il tecnico ha avuto la sfortuna di perdere Milik all’inizio del campionato, ma ha saputo adattare il belga nel ruolo di prima punta e questa si è rivelata una scelta azzeccata. Per il modo di giocare di Sarri Mertens è perfetto ed ormai tutta la squadra si è adattata a lui. Cercare di ottenere e di stipulare il rinnovo è stata la scelta migliore da parte della dirigenza azzurra e speriamo che venga presto ufficializzato dal tweet del presidente”

La stagione azzurra volge al termine ed il Napoli sembra destinato a terminare al terzo posto dietro Juventus e Roma. La squadra di Sarri avrebbe meritato di più di questa posizione secondo la stagione disputata?

“Per il gioco espresso il Napoli per quanto mi riguarda avrebbe meritato lo scudetto. Ha fatto vedere delle cose straordinarie che in Italia non si vedevano dai tempi del Milan di Sacchi e dalla Ma-Gi-Ca del Napoli degli anni ’80. Molte delle partite disputate dagli azzurri sono state delle lezioni di calcio splendide e da apprezzare. Per questo motivo credo che il terzo posto stia stretto al Napoli, che a onor del vero avrebbe meritato di più e avrebbe dovuto raccogliere di più nelle partite con le piccole. Il calcio ci ha tuttavia abituato alle sorprese e non darei per scontato che la Roma si classifichi come seconda. Ad oggi il calendario aiuta i giallorossi ma per me per il secondo posto nulla è ancora deciso. Bisogna considerare l’imprevedibilità di qualche partita, anche se dopo la vittoria giallorossa di domenica con la Juventus le speranze per la Champions League diretta in casa Napoli si sono un po’ affievolite”
Gli azzurri potrebbero dunque cominciare la stagione prima del previsto a causa dei preliminari. Che impatto può avere sulla stagione del Napoli anticipare la preparazione estiva?
 
“Il Napoli è forte ed i preliminari non sono un ostacolo, essendo gli azzurri memori delle ultime sconfitte in Champions. La dirigenza è già al lavoro per riconfermare la squadra che quest’anno ha ben figurato e se ciò dovesse accadere non credo che i preliminari possano rappresentare un problema. Il campionato inizia dopo pochi giorni e nonostante l’imprevedibilità del doppio scontro Sarri è un maestro della preparazione e per questo motivo la sua squadra sarà pronta per ogni avversario. Al tecnico azzurro non piace andare in giro per l’Italia a giocare e a fare la passerella, bisogna concentrarsi sin dal rientro delle vacanze e per questo motivo sono molto fiducioso anche per la stagione prossima. Il preliminare non deve essere motivo di preoccupazione, gli azzurri sono ora una realtà europea”
Nell’ultima stagione Reina non ha brillato eccessivamente ed è stato vittima di alcuni fastidiosi infortuni. Crede che il Napoli debba riconfermarlo per la prossima stagione o che debba essere affiancato da un portiere più giovane a cui fare da maestro?
“Mi rifaccio a quanto detto da Sarri perchè come lui anche io ho una grandissima stima per Reina. Nonostante la sua età, credo abbia ancora una o due stagione ad alti livelli e credo fermamente che lo stesso Sarri abbia chiesto al portiere spagnolo di rimanere per la prossima stagione. Reina è un punto fondamentale per la crescita azzurra sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista dell’esperienza e del carisma e per questo motivo è giusto che rimanga lì. Leggo ogni giorno di trattative che avvicinano diversi portieri al Napoli e tra tutti io prenderei Meret. Il giovane portiere italiano rappresenta il profilo giusto per il Napoli ed ho sentito da molti addetti ai lavori che tecnicamente è più forte di Donnarumma. Il futuro è dalla sua parte e questo ragazzo non potrà fare altro che crescere. Se il Napoli riuscirà a strapparlo all’Udinese, spero non lo tenga fermo per un anno ma che lo faccia giocare o con la Spal, squadra con cui è giunto in Serie A quest’anno, o con qualsiasi altra squadra che gli garantisca la titolarità”
Sono trascorsi 30 anni dal primo storico scudetto azzurro, quali sono i ricordi che più le sono rimasti impressi in mente di quell’irripetibile successo? Cosa manca al Napoli di oggi per poter aspirare al tricolore?
“Ho ricordi indelebili di tutti i tifosi che ogni giornata erano lì allo stadio e come me hanno avuto la fortuna di vivere quel meraviglioso avvenimento. Io ho avuto la fortuna di allenarmi con loro, grazie al Giaguaro Castellini a cui devo molto e che ha creduto in me sin dall’inizio. Ogni giornata si viveva un’atmosfera unica e io ebbi l’opportunità di vivere vicino a quei campioni avendo di fatto un’esperienza indelebile. Ero sempre dietro la porta ad ammirare portieri e campioni come Zenga e tanti altri e vedendo i loro movimenti ho imparato tantissimo. Credo che già l’anno scorso il Napoli poteva arrivare a vincere lo scudetto o quantomeno a giocarselo nelle ultime giornate. Bastava intervenire correttamente sul mercato di Gennaio. Quest’anno ho visto un Napoli più forte rispetto a quello dell’anno scorso e penso che dall’anno prossimo il Napoli debba puntare senza falsa modestia alla vittoria finale, dal momento che è una delle serie candidate al tricolore”

A cura di Matteo Cascella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
Gestione Sinistri
la giovane italia
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.