Julio Cesar: “Mi avrebbe fatto piacere giocare nel Napoli. Al San Paolo quante amarezze”

Julio Cesar: “Mi avrebbe fatto piacere giocare nel Napoli. Al San Paolo quante amarezze”

A difendere la porta del Benfica ci sarà Julio Cesar, e chissà quante volte avrà rimpianto di non aver accettato, in quell’estate del 2013, l’offerta di De Laurentiis che gli garantiva una maglia da titolare nel nuovo Napoli di Benitez. Impossibile tornare indietro. Stasera forse per un attimo penserà a quello che poteva essere e non è stato. La moglie, Susana Werner (l’ex Ronaldinha), pare ci abbia messo lo zampino: in realtà è stata solo una questione di vil danaro. Semplicemente non ci fu accordo. «È vero, ne parlammo a lungo ma non trovammo l’intesa economica. Mi avrebbe fatto molto piacere giocare con il Napoli: tutte le volte che sono stato qui con l’Inter ho sempre ammirato il pubblico fantastico». Non lo dice, ma al San Paolo ha spesso visto le streghe. Anzi, quasi sempre: solo una volta, il 14 febbraio del 2010, finì 0-0. «È un bel Napoli anche questo, incontrarlo in Champions è una bella cosa. Non ho bei ricordi qui, lo ammetto, ma non ho rimpianti per non essere venuto qui .Conosco la passione dei napoletani, l’ho raccontata ai miei compagni. Non so ancora se gioco, il fatto che abbia fatto la conferenza al fianco di Rui Vitoria non significa nulla. Se non che ricordo ancora l’italiano». Il bilancio di Julio Cesar con il Napoli è di 4 sconfitte, 3 vittorie e 2 pari con in totale 10 gol presi. Erano gli anni della Grande Inter prima di Mancini e poi di Mournho che per due anni di seguito cadde al San Paolo sotto i colpi micidiali di Zalayeta. Lo riferisce l’edizione odierna de Il Mattino.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google