Analisi Tattica Napoli Calcio

Atletico Madrid – Napoli, l’analisi tattica: cholismo contro sarrismo all’Audi Cup, i ragazzi di Simeone vincono in rimonta

La gara si chiude virtualmente poco prima del fischio ufficiale sull’entrata a dir poco grottesca di Godin su Ounas

VERSO LA GARA – All’Allianz Arena di Monaco, il Napoli di Sarri affronta l’Atletico Madrid del Cholo Simeone nella prima semifinale dell’Audi Cup: sarrismo contro cholismo, due filosofie di gioco opposte finalmente a confronto, seppure in un’amichevole estiva – che, come si sa, lascia spesso il tempo che trova. Gli azzurri scendono in campo con il solito 4-3-3 che vede Reina tra i pali, Hysaj e Ghoulam sulle fasce nella difesa a 4 che viene completata da Albiol e Chiriches; a centrocampo, il tecnico dei partenopei si affida a Jorginho in cabina di regia, ad Allan e a capitan Hamsik (che ha compiuto trent’anni da pochi giorni), mentre in attacco schiera Milik (e dunque non Mertens) al centro del tridente con Callejon ed Insigne. Dall’altra parte, Simeone imposta un 4-4-2 che sfrutta le qualità tecniche e la rapidità di Gaìtan e Carrasco, pronti ad innescare un tandem offensivo davvero importante composto da Griezmann ed el Niño Torres.

LE CHIAVI DEL MATCH – Fin dai primi minuti di gioco, il Napoli si dimostra propositivo ed ingabbia i colchoneros con la consueta circolazione di palla; gli azzurri attuano sistematicamente il pressing sul portatore di palla avversario, in modo da recuperare la sfera e ripartire rapidamente. D’altra parte, l’Atletico Madrid chiama in causa Reina soltanto una volta – seppur in maniera veemente – su un colpo di testa di Griezmann, ma il portiere spagnolo si dimostra più che vigile in tale circostanza. Al 33’, l’arbitro Brand assegna un calcio di rigore al Napoli per fallo in area di Savic su Callejon: dal dischetto si presenta Arek Milik, ma Oblak chiude la saracinesca – anche grazie ad un’esecuzione non proprio esaltante del polacco – e preserva il risultato di 0-0, che resta invariato a fine primo tempo, quando le squadre rientrano negli spogliatoi. Nella ripresa, Simeone sposta talvolta Carrasco sulla fascia destra, invertendo dunque gli esterni, per mettere maggiormente in difficoltà Ghoulam, che è meno abile di Hysaj in fase di copertura. Al 55’, dopo una buona partenza dell’Atletico Madrid, è il Napoli a portarsi in vantaggio con Callejon, che riceve una splendida palla dall’out di sinistra da Ghoulam ed incrocia al volo col destro, sfruttando un rimbalzo sul terreno e depositando il pallone nel sette. Sarri, anche pensando all’altra partita da disputare domani a prescindere, manda in campo Koulibaly,  Rog, Zielinski, Mertens ed Ounas al posto di Albiol, Allan, Hamsik, Milik e Callejon; nell’Atletico Madrid, Thomas va a rilevare Gaìtan. La gara prosegue con lo stesso canovaccio, che mette in evidenza due identità di gioco marcate quanto diverse: al 73’, l’Atletico Madrid riacciuffa il pareggio con Torres, che viene servito in mezzo all’area da Griezmann e batte Reina con un colpo di tacco a dir poco maldestro e difficilmente voluto. Successivamente, i due tecnici effettuano altri cambi: Sarri schiera Mario Rui, Diawara, Maksimovic, Maggio e Giaccherini al posto di Ghoulam, Jorginho, Chiriches, Hysaj ed Insigne; dall’altra parte, Simeone richiama in panchina Torres, Juanfran, Filipe Luis, Gabi, Savic e Griezmann, che vengono sostituiti da Correa, Vrsaljko, Gimenez, Vietto, Kranevitter e Lucas. L’Atletico Madrid continua a spingere e ribalta il risultato all’81’ con Vietto, che trova la zampata vincente su corner battuto da Carrasco, portando in vantaggio i colchoneros. La gara si chiude virtualmente poco prima del fischio ufficiale sull’’entrata a dir poco grottesca di Godin su Ounas, che costa il cartellino rosso al difensore spagnolo – che in verità doveva essere espulso già in precedenza – ed un post-partita di apprensione per il Napoli in merito alle condizioni di Ounas. Il Napoli dunque affronterà domani pomeriggio la perdente tra Bayern Monaco e Liverpool.

 

A cura di Mariano Menna

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.