Napoli-Milan, dirige Massa: il giovane ”super-arbitro” che soffre i rossoneri come la ”kryptonite”…

Napoli-Milan, dirige Massa: il giovane ”super-arbitro” che soffre i rossoneri come la ”kryptonite”…

Segnali positivi in Coppa Italia, ora si riparte dalla 23esima giornata di Serie A. Il San Paolo ospita il deludente ma pur sempre blasonato Milan, alla ricerca del definitivo riscatto così come il team di Benitez. Dirige l’incontro Davide Massa di Imperia. Bancario di 32 anni,arbitro effettivo dal gennaio del 1997. Entra stabilmente nel CAN C nel 2006. Nel luglio del 2010 viene promosso nel CAN di B e compie il suo esordio in Vicenza-Portogruaro dell’agosto di quello stesso anno, totalizzando in Serie B 39 presenze con una media di circa quattro ammonizioni a partita, un’espulsione ogni quattro gare ed un rigore ogni sette. L’esordio in Serie A giunge nell’anno successivo,  23 gennaio 2011: Fiorentina-Lecce 1-1.  Diventa così il primo arbitro della sezione d’Imperia a fischiare una gara della massima serie. Dopo aver diretto una delle sue semifinali per l’accesso in A tra Verona e Varese, entra stabilmente nel CAN di A nel luglio 2012, collezionando complessivamente 32 presenze con una media di circa quattro ammonizioni a partita, un’espulsione ogni cinque gare ed un rigore ogni tre. Ottiene la promozione ad internazionale nel dicembre 2013, con inserimento nella categoria Second Class. Nella scorsa stagione ha diretto 16 partite in A e 3 in Coppa Italia, mantenendo un rendimento di alto livello. Unica gara  che lascia ampio spazio alle polemiche è l’ultima: Milan-Catania 4-2. Il fischietto di Imperia lascia correre eccessivamente il gioco, non fischiando mai i falli compiuti nelle zone neutre del campo. Ed è proprio su una di queste che i rossoneri, dopo un fallo di Boateng su Gomez, ripartono segnando il gol del 3-2 tra le proteste dei siciliani. Sono 10 invece le gare dirette sin’ora in massima serrie in questa stagione. Anche in questo caso “l’esibizione” che desta più proteste vede come co-protagonista il Diavolo. In Torino Milan 2-2 del 14 settembre 2013, non interrompe il gioco a pochi minuti dalla fine per consentire il cambio dell’infortunato Larrondo ai padroni di casa. Nello sviluppo dell’azione, fischia il rigore che porta il risultato finale sul 2-2 per un contatto tra Pasquale e Poli in area, scatenando l’ira del tecnico granata Ventura. L’unico precedente tra Massa e gli azzurri risale all’8 maggio 2013, Bologna-Napoli 0-3. La gara, che certifica il secondo posto dei partenopei, non presenta particolari difficioltà. Il bancario è comunque attento e pronto a segnalare al 63′ il fallo da rigore del portiere felsineo Stojanovic su Cavani. Il giovane e talentuoso super-arbitro mostra pochi punti deboli, ma ad oggi proprio  il Milan è risultato essere la sua vera kryptonite

 

A cura di Antonio Fusco


Laureato in Scienze della Comunicazione presso l' Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli con tesi "Il volto cinematografico delle mafie". I suoi primi articoli risalgono al 2010, per il portale Soccermagazine.it. La sua collaborazione con la testata giornalistica Iamnaples.it ha inizio nel febbraio 2011. Inviato a seguito del settore giovanile partenopeo, ha come obiettivo quello di formarsi nell’intricato mondo del giornalismo.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google