A Sorrento l’agonia dei supplementari davanti ai maxi-schermi

A Sorrento l’agonia dei supplementari davanti ai maxi-schermi

Delusione sulle spiagge della costiera dopo la sconfitta degli azzurri: alla fine c’è chi ha visto il cielo più nero che azzurro. Non è stata accompagnata dalla festa sognata l’iniziativa dei maxi-schermi allestiti negli stabilimenti balneari di Sorrento e dintorni per la finale della Supercoppa. È andata male ai gestori perché, dopo i salti di gioia del primo tempo con i gol di Cavani e Pandev, la sconfitta del Napoli ha fatto revocare le bicchierate che i tifosi più sfegatati avevano già promesso di pagare. Delusi anche tanti tifosi napoletani doc abituati a passare le vacanze estive in costiera. Da ieri mattina, alla Tonnarella di Sorrento, dai rigorosi colori azzurri di lettini e sdraio, era tutto pronto per festeggiare in riva al mare la vittoria degli azzurri: dolci, spumante, coccarde azzurre e fuochi d’artificio che da queste parti usano spesso in occasione delle vittorie del Napoli. La vigilia di Juventus-Napoli davanti ai maxi-schermi è stata la stessa in molti altre esercizi balneari della penisola sorrentina. Così come simile è stata la rabbia finale tenuta a freno, perché alla sconfitta si sono aggiunti pure gli sfottò degli amici-tifosi di fede bianconera. Verso i quali, però, per i fedelissimi del Napoli è stato facile sfogarsi replicando che ha fatto tutto l’arbitro Mazzoleni. La giornata in riva al mare è stata uno strazio per i tifosi del Napoli. Tutti d’accordo: maledetta la Supercoppa in diretta tv alla due del pomeriggio dell’11 agosto. Così, per sfogare il veleno accumulato sorbendosi pure l’agonia dei supplementari con il Napoli in nove contro undici, c’è chi ha dato ragione al presidente De Laurentiis che aveva minacciato di far saltare la sfida di Pechino.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google