Benitez e la napoletanità: “Napoli è speciale. Da oggi non sarò più Rafa, ma Rafè!”

Benitez e la napoletanità nel giorno della sua presentazione: “Devo ancora imparare bene l’italiano, per esempio ora mi chiamo Rafè, non più Rafa. Tutti parlano di calcio, tutti aspettano la domenica, sono contento di aver visto tante persone che mi chiedevano l’autografo, la fotografia. Ciò significa che il Napoli è più di un club, non è una situazione normale. Ho studiato tutti i luoghi che mi hanno consigliato sul sito. Ho visto Insigne, ha fatto benissimo; la prima cosa è che giochino tutti per la squadra, perciò per me sono importanti i giocatori del luogo, che conoscono tutto”. 

Dal nostro inviato a Castelvolturno Ciro Troise

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.