Burdisso: “Il Napoli sta bene, contro gli azzurri sarà dura”

Il difensore della Roma Nicolas Burdisso ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport-Stadio:

La Roma, se riuscirà a superare lo Shakhtar Donetsk, potrebbe trovare uno dei due in Champions League.  

“Non avrei dubbi: fa più paura il Bar­cellona di Messi. Per come gioca e per il periodo che sta attraversando. Ormai è entrato nella storia”.  

Torna in campo con la nazionale dopo l’espulsione di San Siro…  

«Mi sarebbe piaciuto arrivare in Na­zionale con altri pensieri nella testa. Il rammarico resta e sarà così fino alla prossima partita».  

Tre espulsioni in questo campionato, un po’ troppe.  

«Sono state tutte al limite e ognuna diversa dall’altra. Ci penso, eccome. Non riesco a rimuovere in fretta i miei errori. Da quel punto di vista devo mi­gliorare, per aiutare la squadra».  

La sconfitta di San Siro allontana la Roma dal discorso scudetto.  

«Il campionato è ancora molto aperto. Quelli del Napoli stanno bene, sabato all’Olimpico sarà dura. Ma fino a due settimane fa la squadra al top era la Ro­ma.  ma fino a due settimane fa eravamo noi la squadra da battere, Le cose possono cambiare presto. Contro gli azzurri mancheremo io e Mexes. Potrebbe toccare a mio fratello Guillermo che si sta impegnando molto in allenamento. Ma io non metto bocca. Sono neutrale, come lo sono stato al momento del suo acquisto. Spetta al mister decidere”.      

La Roma sta cambiando proprietà e si fanno progetti nuovi per il futuro. Tra gli argentini chi consiglierebbe al­la Roma?  

«Xaves del Boca. E’ un centrocampi­sta con grande fantasia. Ma sono in tan­ti che possono venire in Italia. Non cre­do che la Roma abbia bisogno di tanticambiamenti. La squadra è forte, pen­so che possano bastare due o tre rinfor­zi. Ma dobbiamo pensare di migliorare già ora. Non siamo usciti dalla lotta scu­detto ».  

Che idea si è fatto sull’imminente cambio di società?  

«Penso che dopo tanti anni con lo stesso proprietario, passare a un pro­getto completamente diverso può esse­re positivo. Io sono alla Roma da due anni, mi sono trovato benissimo con questa società. Ma il cambiamento farà bene anche all’interno».  

L’ultima domanda. Dopo la lite di Cluj con Totti, oggi è tutto chiarito?  

«Non posso dire che sono amico suo, sono qui da due anni, non siamo cre­sciuti insieme. Ma Francesco è uno che si fa voler bene da tutti. Ci sono state tante altre situazioni simili che non so­no venute fuori, momenti di nervosismo che finiscono negli spogliatoi. Quello è stato uno screzio come tanti durante una partita. Non potrei mai criticare un compagno per un gol mancato. Nono­stante le incazzature, questo è un buon gruppo, unito. Ma sappiamo tutti che dobbiamo fare meglio. Io per primo».

La Redazione

C.T.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.