Callejon il vero top player del Napoli. E’ un valore aggiunto, ora vale circa 25 milioni

Callejon il vero top player del Napoli. E’ un valore aggiunto, ora vale circa 25 milioni

Il vero top player è lui, Josè Luis Callejon spagnolo di Motril, fisico e pettinatura da torero. A Madrid rimpiangono lui e il compare Higuain, il San Paolo ha trasformato i silenzi del Bernabeu in boati. I tifosi “merengues” se la sono presi con la società, che ha scaricato su Ancelotti, che a sua volta ha dichiarato diplomaticamente: “…quando sono arrivato io, quei due volevano andare via”.
Difficile che uno spagnolo voglia lasciare il Real. Se Callejon (e gli altri) lo ha fatto è perché la squadra dei sogni non credeva più in lui. I numeri non dicono bugie: presenze con il contagocce, mentre a Napoli è quello che ha più minuti nelle gambe. Tra Espanyol e Real Madrid, mai aveva realizzato più di sei reti a stagione: in azzurro è già a quota dodici, otto in campionato, quattro equamente divisi tra coppa Italia e Champions. È costato 8,8 milioni e oggi quanto vale?
«Non è semplice fare una valutazione di questi tempi – dice Andrea D’Amico, procuratore, agente Fifa e grande conoscitore del mercato italiano – perché da noi siamo abituati a valutare i calciatori in base alle loro recenti prestazioni. Adesso è il momento di Callejon, ma se dovesse restare un paio di partite senza fare gol, la sua quotazione diminuirebbe. C’è però da dire che questo ragazzo ha fatto bene dall’inizio: se continua a viaggiare su questi livelli, a giugno potrebbe valere venti milioni e forse più. È stato un ottimo affare, tanto di cappello a chi ha avuto la giusta intuizione».
Claudio Pasqualin, altro “pezzo da novanta” del calciomercato, non ha dubbi dell’attaccante spagnolo. «Non so quanti possano parlare realmente di effetto sorpresa: chi gioca nel Real, a prescindere da qualsiasi discorso, non può essere un cattivo calciatore. Non trovava grandi spazi e ci credo, con tutta quella concorrenza che aveva dinanzi a sè. Piuttosto sorprende l’autorevolezza e la semplicità con le quali si è conquistato la fiducia dell’ambiente. Ritengo che Callejon sia da considerarsi un top-player a tutti gli effetti. Lui ed Hamsik tatticamente sono le pedine più importanti della squadra».
L’umiltà del torero azzurro viene sottolineata da Claudio Onofri, ex Genoa, allenatore e opinionista televisivo. «Dobbiamo ammettere che oggi Callejon fa la differenza. Mi ha sorpreso il suo spirito di sacrificio: pensavo che lui e Higuain potessero avere un pò di puzza sotto il naso. Invece danno una grande mano alla squadra, soprattutto Josè che fa un duro lavoro sulla fascia destra. Va a raddoppiare, ripiega ed è prezioso in fase di non possesso. La sua crescita va di pari passo con quella del Napoli, ci sono tutti i presupposti per continuare a migliorare».
E a monetizzare, ammesso che a giugno il Napoli voglia metterlo sul mercato. «Potrebbe arrivare a valere 20-25 milioni, perché no. Ma ricordatevi che la valutazione viene fatta in base alla disponibilità del club. Esempio: se Callejon interessa solo al Milan e il Milan può spendere solo 5 milioni, il giocatore vale 5 milioni. Questo lascia intendere che oggi lo spagnolo non è alla portata del mercato italiano», l’analisi lucida è di Giovanni Branchini, procuratore di grandi calciatori. Ma è ipotizzabile una cessione dello spagnolo di Motril?
«Non scherziamo, è un valore aggiunto, oltre che ago della bilancia nello scacchiere di Benitez. Oggi il Napoli – precisa l’allenatore Mondonico – non può fare a meno di Callejon perché assicura le due fasi di gioco, quella attiva e quella passiva. Ed è l’unica squadra italiana a giocare con quattro attaccanti. Callejon e Hamsik sono gli interpreti perfetti di questa teoria: e immaginate a quanto più forte diventerebbe il Napoli con Marek in mediana».
Salvatore Bagni, ex azzurro e procuratore, taglia corto. «Vale più di 20 milioni e spero che non faccia la fine di Lavezzi e Cavani…»

Fonte: Il Mattino.


Laureando in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, diplomato al Liceo Classico Jacopo Sannazaro. Dal 2011 collabora con la Redazione del programma TV Golden Gol di Mario Cacciatore, visibile su Tele A+ e Tv Capital e con IamNaples.it, cura l’organizzazione del torneo universitario di calcio a 8 “UniConfederation League”. Appassionato di tutti gli sport, in particolare calcio, tennis e pallacanestro, ama particolarmente il calcio minore, soprattutto quello campano. Il suo obiettivo massimo è formarsi nel giornalismo sportivo.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google