Damiano Zanon: “Pescara sempre al massimo”

Spetta a Damiano Zanon, di professione difensore, parare gli attac­chi della critica, dopo i 13 gol subiti dal­la squadra in 6 gare. Il terzino nativo dell’Aquila non si nasconde, accettando di spiegare i motivi che hanno fatto del­la retroguardia biancazzurra una delle più perforate dell’intera cadetteria.

ZANON«Abbiamo incassato è vero 13 gol, e questo vuol dire che qualche pro­blema esiste. Il modulo adottato dal mi­ster (il 4-3-3) ci espone qualche volta a rischi maggiori. Quando si cerca sempre di attaccare può capitare di aprirsi e tro­varsi poi in inferiorità numerica o nel­l’uno contro uno. D’altronde– spiega l’ex terzino del Celano –non è un mistero che le squadre di Zeman in alcune stagioni abbiano incassato qualche gol in più della media. L’importante è però segnar­ne uno più degli altri, anche se nelle due ultime gare non siamo riusciti ad essere concreti come nelle precedenti gare. Vo­glio inoltre aggiungere– chiarisce il ter­zino adriatico –che si vince e si perde in undici. I meriti e i demeriti vanno equa­mente suddivisi».

NON SOLO MODULO –Al di là del modulo più o meno spregiudicato, al Menti la difesa è stata però protagonista di errori indi­viduali. Zanon condivide:

«E’ vero. So­prattutto in occasione del gol di Danile­vicius eravamo piazzati bene, ma siamo stati sfor­tunati dopo un rimpallo che ha favorito il giocatore lituano. Ma bisogna anche dire che nelle ultime setti­mane siamo stati costretti a giocare con tanti assenti proprio nel settore arretra­to, e pur senza voler trova­re alibi, è ovvio che tutto diventa più dif­ficile ».

ALBINOLEFFE– Il futuro prossimo si chia­ma Albinoleffe. Una gara importante al­la luce delle due ultime sconfitte conse­cutive che hanno un po’ raffreddato l’en­tusiasmo dei tifosi. Zanon crede nel ri­scattoe indica la strada per tornare al successo:

«Sappiamo che contro i lom­bardi sarà dura, ma abbiamo l’obbligo di portare a casa i tre punti. Giocheremo all’Adriatico e con il calore dei nostri ti­fosi avremo quel 12º uomo in campo che ci ha permesso di vincere contro Empo­li e Crotone. Sarà importante tornare a buttare in campo quella fo­ga che ci aveva contraddi­stinto nelle prime gare di campionato».

OBIETTIVI– Sugli obiettivi del Pescara, Damiano Za­non non si sbilancia e dice:

«Dobbiamo vivere alla giornata, senza fare pro­grammi. In B spesso i pronostici vengo­no ribaltati. E’ troppo presto anche per guardare la classifica. Lo faremo più avanti. L’importante è cercare di ottene­re il massimo. Poi in primavera vedremo quale sarà la graduatoria e ci regolere­mo di conseguenza».

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google