VIDEO – De Laurentiis: “Non posso che ringraziare la squadra. Ancelotti interviene sempre sul mercato. Per Insigne giocare nel Napoli è scomodo”

VIDEO – De Laurentiis: “Non posso che ringraziare la squadra. Ancelotti interviene sempre sul mercato. Per Insigne giocare nel Napoli è scomodo”

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di TV Luna: “Non posso che ringraziare i giocatori, perché hanno fatto molto bene, nonostante il cambio d’allenatore, il cambio di modalità di gioco dopo tre anni molto intensi con Sarri, che è un grandissimo allenatore. E’ chiaro che bisognava tollerare da parte dei ragazzi questo passaggio di gioco diverso. In più, bisogna dar merito ad Ancelotti di aver voluto utilizzare tutti quei giocatori che erano stati poco utilizzati da Sarri, più quelli che erano venuti. Può capitare che uno perda dei punti, è chiaro che noi abbiamo creato un grande distacco nei confronti delle inseguitrici, questo la dice lunga e credo che non ci si possa rimproverare nulla. La Juve è la Juve, sarà sempre molto complicato lottare con chi investe più di noi e s’indebita più di noi, anche se c’è da dire che noi non ci indebitiamo con le banche. Io quando sono entrato nel mondo del calcio c’erano delle regole con le società per azioni e i conti devono stare a posto. Abbiamo avuto sollecitazione da parte dell’UEFA per il FFP, che noi abbiamo sempre rispettato. Le regole vanno sempre rispettate. Il Governo è assente da 50 anni a questa parte: questo è il Paese più invidiato da tutti, quindi dobbiamo ringraziare i politici che si comportano in questo modo. Noi sul mercato abbiamo sempre rispettato le indicazioni degli allenatori, con Sarri non era possibile, perché non ha mai voluto. Carlo entra nel merito ogni giorno e rispetta i bilanci. Ha lavorato nel Real Madrid e noi non possiamo fatturare come loro. Insigne? Per i napoletani è sempre stato scomodo per questo territorio, basta ricordare Quagliarella, poi finalmente abbiamo scoperto l’arcano. E’ uno che è venuto con un grande desiderio da Udine, però poi è stato giusto e corretto che se ne scappasse via. Questo potenzialmente è il territorio più ricco d’Italia, ma non ti regala nulla. Dopo il dito si prendono il braccio e poi tutto. E’ il limite di noi napoletani. Quagliarella è un signor calciatore, ma sentiva il peso di una situazione vigliacca“.

 


La redazione di IamNaples.it

Maglia ufficiale Napoli 2020
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google