Derby per Tevez. Napoli, dopo Vargas si aspetta Candreva

 

Allo scoccare della seconda settimana di mercato sono molte le vicende che tengono col fiato sospeso i tifosi e gli appassionati. Il Derby per Tevèz, ma anche il complicato rinnovo di De Rossi, il quel potrebbe aprire scenari di mercato interessanti, sono solo alcuni dei temi che ci accingiamo a trattare

TEVEZ, INTRIGO SOTTO LA MADUNINA – Ad appassionare tifosi ed esperti in queste prime battute di 2012 più che il calcio giocato è l’intricato affare Tevez. Nella settimana che porta al derby di Milano la corsa tra le due compagini meneghine per arrivare al centravanti del City si sta facendo sempre più serrata. Il Milan, forte del gradimento del calciatore, tratta da una posizione di forza, ma l’Inter è lì, non molla. La notizia di un rifiuto dello stesso giocatore al club di Moratti non sembra fermare le ambizioni nerazzurre, anche perché l’unica offerta finora formalmente presa in considerazione dai Citizen è proprio quella nerazzurra: prestito con obbligo di riscatto fissato a 25 milioni. Insomma, l’eterna domanda: tra la volontà del calciatore e quella del club chi la spunterà?

NAPOLI, CHI ARRIVA E CHI PARTE – Il mercato in entrata dei partenopei dovrebbe essersi fermato, a meno di clamorose occasioni last minute, ad Edu Vargas. Al limite potrebbe concretizzarsi il tanto vociferato scambio Candreva – Santana con il Cesena, ma non è una cosa da sbrigare immediatamente, stando all’agenda del ds Bigon. Più impellente lo sfoltimento della rosa. Rinaudo è già a Novara., Mascara lo seguirà a breve (sfumato quindi il sogno del Benevento). La Coppa Italia poi potrà dire di più sul recupero di Donadel e sull’eventuale innesto di un altro centrocampista. Sul fantomatico accordo con l’Inter per la cessioni di Lavezzi ribadiamo che non c’è nulla, forse una chiacchierata, come se ne fanno tante in questi giorni di frenetico mercato.

JUVE, UN PO’ DI TUTTO – Dentro Borriello, forse anche Pizarro. Poi c’è l’interesse per Caceres, Guarin, l’alternativa Matuzalem e il baby argentino Ocampo, senza dimenticarci delle voci che vorrebbero i bianconeri sulle tracce dell’ex Fiorentina Kuzmanovic. Tutto questo senza dimenticare la spaventosa larghezza della rosa, e un monte ingaggi tra i più alti d’Italia. Naturale quindi che Marotta si muova su due binari paralleli. Da un lato il tentativo di regalare a Conte una squadra in grado di mantenere la posizioni alte di classifica, dall’altro lo sfoltimento di una rosa troppo extra large. Il primo a fare le valigie sarà Sorensen, diretto a Bologna in prestito. Poi toccherà ad Amauri, il quale interessa alla Fiorentina, nonostante il cronico problema dell’alto ingaggio. Infine Toni. Il centravanti campione del mondo potrebbe trovare casa a Parma, anche grazie al nuovo allenatore dei ducali Roberto Donadoni, suo grandissimo estimatore.

SOLDI O CUORE – diciamocela tutta, in fondo se De Rossi rifiutasse il rinnovo, ed accettasse il City o il Real, potremmo dire con certezza che il cuore non fa per il calcio. Al momento la situazione di Capitan Futuro è complicata, e neanche l’arrivo di Mister President Pallotta è riuscito ad imprimere un’accelerata in direzione rinnovo. In casa giallorossa c’è però tranquillità. Un eventuale rifiuto non vorrebbe visto, dalla dirigenza (ma forse dal tifo si), come un qualcosa da strapparsi i capelli. Innanzitutto le finanze giallorosse si alleggerirebbero di un peso non indifferente, e, successivamente, i soldi incassati da una sua cessione (il giocatore ha dichiarato di non volersi liberare a parametro zero) potrebbero essere reinvestiti su giovani funzionali al progetto di Luis Enrique. Un nome su tutti Casemiro

LE ALTRE DI A – La Lazio continua a percorrere la moda tedesca, in particolare degli emarginati Bayern. Dopo Klose infatti potrebbe arrivare nella capitale anche Olic, reduce da un lungo infortunio e non più nei piani dei bavaresi. A patto però che parta il fin qui deludente Cissè. In uscita anche Stendardo che interessa all’Atalanta. Molto attivo il Palermo: in piedi uno scambio con il Chievo Bacinovic – Rigoni, e l’arrivo di un portiere. Il favorito è Viviano, in alternativa Frison del Vicenza. Dovrebbe rimanere in Sicilia invece Tzorvas, sul quale è forte il Catania. Floro Flores invece non se ne andrà da Udine, così come Isla. Il patron Pozzo ha infatti ribadito che il mercato in uscita dei friulani riprenderà solamente a  Giugno. Infine il Lecce. I salentini stanno per perfezionare il colpo in uscita Mesbah, diretto al Milan, al suo posto dal Parma dovrebbe arrivare Santacroce.

UNO SGUARDO ALLA B – Sempre attiva la Nocerina del neo tecnico Campilongo. I molossi sondano varie piste, tra cui quella di Diamoutene del Lecce e Genevier del Siena. Più complicato invece l’assalto a Parola del Piacenza, per il 32enne infatti c’è da battere la concorrenza del Modena. La Juve Stabia attende gli ultimi dettagli prima dell’ufficialità di Fabinho e Berretta, mentre Cazzola, nonostante un offerta concreta del Padova, rimarrà a Castellammare. Molto attivo anche il Gubbio: praticamente fatta per Joao Silva in prestito dall’Everton. Il Varese invece ingaggia Pettinari dall’Atalanta, mentre Torino e Sampdoria vivono un momento di stanb-by, limitandosi a sondare il terreno, i primi per l’esterno del Bologna Henry Gimenez, i secondi, alle prese con la crescente contestazione, per le cessioni dei due attaccanti Maccarone e Pozzi. Infine Ardemagni: sembrava tutto fatto con il Varese, invece nelle ultime ore si è inserito anche il Modena.

Servizio a cura di Giancarlo Di Stadio

 

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google