Donadel prova a riconquistare Napoli

Donadel prova a riconquistare Napoli

Terzo esame per Marco Donadel. Dopo quello svedese con l’Aik Solna e quello olandese con il Psv Eindhoven, ecco gli ucraini del Dnipro. Mazzarri gli riconsegna la maglia da titolare in un centrocampo che stavolta dovrebbe contare su una maggiore consistenza rispetto all’ultima esibizione. El Kaddouri, infatti, non ci sarà e al suo posto dovrebbe agire uno tra Inler e Behrami. Per Donadel è l’occasione giusta per dimostrare a Mazzarri e ai tifosi del Napoli di essersi messo alle spalle tutti i guai fisici e di poter essere utile anche in campionato. A Dnipro, infatti, ci sarà da lottare, stringere i denti e non farsi sopraffare in cabina di regia. E il centrocampista di Conegliano Veneto è pronto a raccogliere la sfida. Durante la sosta ha intensificato la preparazione per farsi trovare pronto all’appuntamento.

Chance – Donadel sa che in Europa League tocca a lui. E dovrà convincere anche in fretta dal momento che il Napoli ha urgenza di sapere se può fare affidamento su di lui per rimpiazzare uno tra Inler e Behrami quando ce ne sarà bisogno. Sul piano fisico ha mostrato sensibili progressi. In Olanda, infatti, è rimasto in campo per tutta la gara anche se il rendimento sul piano tecnico non è stato eccelso. Donadel si è ritrovato spesso da solo a frenare le avanzate degli avversari per vie centrali e ben poco ha potuto fare per arginarle. In Ucraina, invece, potrà contare su una maggiore intesa con i compagni di reparto e vorrà sicuramente spedire dei segnali incoraggianti all’allenatore.
Esperienza – L’esperienza internazionale, del resto, non gli manca. Donadel, quando non aveva problemi di natura fisica, ha sfoderato delle buone prestazioni con le maglie del Parma e della Fiorentina. Con il Dnipro sarà la sua trentunesima presenza nelle coppe internazionale, distribuite tra Uefa, Europa League e Champions. Non sarà un problema il fattore ambientale. Piuttosto è importante l’approccio alla gara di tutta la squadra dopo l’esperienza di Eindhoven. Donadel e i suoi compagni di centrocampo dovranno cercare di non perdere i collegamenti con difesa e attacco. Operare in sintonia e cercare di non farsi sopraffare da un avversario che specialmente tra le mura amiche non perde un colpo. E se i primi due esami sono stati interlocutori per l’ex mediano viola, il prossimo dovrà essere indicativo. Il Napoli ha fretta di sapere se può contare su di lui anche per il campionato, a prescindere dal risultato finale.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.

 


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google