Dzemaili: “Non avete visto ancora il vero Dzemaili”

Tocca di nuovo a lui, a quasi un mese dall’ultima apparizione da titolare a Verona contro il Chievo (era il 25 settembre). Blerim Dzemaili si riprende il Napoli, dopo un infortunio al piede destro che in pratica lo ha costretto a saltare quasi tutta la fase iniziale della stagione.

Coppia ricomposta Doveva essere il «titolarissimo» del centrocampo insieme a Gokhan Inler, invece per la seconda volta si troverà ad essere il compagno di reparto di Walter Gargano, colui il quale lo ha superato nelle gerarchie di Mazzarri. A Cagliari, i due ricomporranno la coppia che si era fatta apprezzare nel primo tempo del Bentegodi, prima che la sostituzione obbligata di Maggio con Inler dirottasse Dzemaili sulla fascia destra

Tempra incredibile Pochi minuti dopo aver traslocato sulla corsia laterale, Dzemaili fu colpito duro da un avversario. Da principio si pensò ad un pestone, invece l’infortunio si è rivelato più serio. Chi ha visto la foto del piede insanguinato di Blerim, dopo la rottura di un capillare, ne è rimasto fatalmente impressionato. Il medico sociale Alfonso De Nicola racconta di un ragazzo dalla incredibile tempra, deciso a bruciare i tempi di recupero pur di tornare in campo il più in fretta possibile. «Non avete ancora visto il vero Dzemaili – ha detto recentemente l’ex torinista-, sin qui sono cosciente di non essermi ancora espresso al meglio, ma presto dimostrerò il mio valore». Ha una voglia matta di mettersi in luce e di farlo nel ruolo che sente più suo, quello di mediano. Per ora, paradossalmente, Dzemaili ha impressionato soprattutto come trequartista, nei due scampoli di gara giocati con Manchester e Milan, mentre in cabina di regia è parso troppo compassato.

Bestia nera A Cagliari dovrà tamponare e poi ripartire. Mazzarri gli ha affidato il compito di guardare a vista Daniele Conti, vera e propria bestia nera degli azzurri, senza però disdegnare qualche sortita offensiva: «So di dover migliorare in fase conclusiva-ha ammesso Dzemaili, autore di un solo gol nel campionato italiano -, ma sto lavorando anche per questo». Intanto, fuori dal campo, Blerim ha trovato il modo di iniziare a conoscere le bellezze di Napoli e dintorni. Qualche giorno fa si è concesso un po’ di relax a Pompei, dove ha avuto modo di ammirare gli scavi. Dzemaili ha già conquistato compagni ed addetti ai lavori con i suoi modi gentili. Per entrare nel cuore dei tifosi, invece, serve una gran prestazione oggi a Cagliari.

 

La Redazione

C.T.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google