Europa League, risultati primo turno e calendario secondo turno

Il Napoli deve fare attenzione al ranking

EUROPA LEAGUE
1st Qualifying Round
UE Santa Coloma And Mogren Budva Mon 0-3 0-2
Olimpija Ljubljana Slo Siroki Brijeg Bos 0-2 0-3
Anorthosis Famagusta Cyp Banants Yerevan Arm 3-0 1-0
Olimpia Balti Mol Khazar Lenkoran Azb 0-0 1-1
NK Sibenik Cro Sliema Wanderers Mlt 0-0 3-0
Tobol Kustanai Kaz Zrinjski Mostar Bos 1-2 1-2
Ulisses Yerevan Arm Bnei Yehuda Isr 0-0 0-1
Rabotnicki Skopje Mac FC Lusitanos And 5-0 6-0
SK Tirana Alb Zalaegerszeg TE Hun 0-0 1-0
FC Zestafoni Geo Faetano Sma 5-0 0-0
NSI Runavik Far Gefle IF Swe 0-2 1-2
Torpedo Zhodino Bls Fylkir Reykjavik Isl 3-0 3-1
Randers FC Den F91 Dudelange Lux 6-1 1-2
Portadown Nir Skonto Riga Lat 1-1 1-0
TPS Turku Fin Port Talbot Town Wal 3-1 4-0
KR Reykjavik Isl Glentoran Nir 3-0 2-2
CS Grevenmacher Lux Dundalk Irl 3-3 1-2
Kalmar FF Swe EB Streymur Far 1-0 3-0
Llanelli FC Wal FK Tauras Lit 2-2 2-3
Trans Narva Est MyPa-47 Fin 0-2 0-5
Zeta Golubovci Mon Dacia Chisinau Mol 1-1 0-0
KF Laçi Alb Dnepr Mogilev Bls 1-1 1-7
Shakhtyor Karaganda Kaz Ruch Chorzow Pol 1-2 0-1
Dinamo Tbilisi Geo Flora Tallinn Est 2-1 0-0
FC Nitra Svk ETO Györ Hun 2-2 1-3
Garabag Agdam Azb Metalurg Skopje Mac 4-1 1-1

Di seguito il calendario del secondo turno preliminare. In neretto le squadre con ranking superiore a quello del Napoli (14,867) che, quindi, in caso di accesso al tabellone di terzo turno e poi a quello di quarto turno play-off potrebbero posizionarsi prima della squadra partenopea nel tabellone (le prime 37 squadre saranno teste di serie ed eviteranno le big della competizione nello spareggio per entrare nel girone).

2nd Qualifying Round (andata: 15 luglio, ritorno: 22 luglio)
Cercle Brugge Bel – TPS Turku Fin
Motherwell Sco – Breidablik Isl
NK Sibenik Cro – Anorthosis Famagusta Cyp
Lausanne Sports Sui – FK Borac Banja Luka Bos
FK Siauliai Lit – Wisla Kraków Pol
Kalmar FF Swe – Dacia Chisinau Mol
FC Utrecht Ned – SK Tirana Alb
Nova Gorica Slo – Randers FC Den
Maritimo Funchal Por – Sporting Fingal Irl
Suduva Marijampole Lit –  Rapid Wien Aut
FK Ventspils Lat – Teteks Tetovo Mac
OFK Belgrade Srb – Torpedo Zhodino Bls
Olimpia Balti Mol – Dinamo Bucuresti Rom
MyPa-47 Fin – Sant Julià And
FC Fehérvár Hun – NK Maribor Slo
Brøndby IF Den – FC Vaduz Lie
Stabæk IF Nor – Dnepr Mogilev Bls
Shamrock Rovers Irl – Bnei Yehuda Isr
IF Elfsborg Swe Iskra – Stal Ribnita Mol
KR Reykjavik Isl – Karpaty Lviv Ukr
Maccabi Tel-Aviv Isr – Mogren Budva Mon
Austria Wien Aut – Siroki Brijeg Bos
FK Tauras Lit – APOEL Nicosia Cyp
Molde FK Nor – FK Jelgava Lat
FC Zestafoni Geo – Dukla Banska Bystrica Svk
Honka Espoo Fin – Bangor City Wal
Levski Sofia Bul – Dundalk Irl
Georgia Tbilisi Geo –  Baník Ostrava Cze
Rabotnicki Skopje Mac –  Mika Ashtarak Arm
FK Atyrau Kaz –  ETO Györ Hun
Garabag Agdam Azb  – Portadown Nir
Besiktas Tur – Víkingur Far
Differdange 03 Lux  – Spartak Zlatibor Voda Srb
Dinamo Minsk Bls –  Kalev Sillamäe Est
Valletta FC Mlt  –  Ruch Chorzow Pol
FK Baku Azb  –  Buducnost Podgorica Mon
Zrinjski Mostar Bos  –  Tre Penne Sma
Dinamo Tbilisi Geo –  Gefle IF Swe
Cibalia Vinkovci Cro  –  Cliftonville Nir
Besa Kavajë Alb  – Olympiakos Piraeus Gre

Alla luce del sesto posto in campionato gli azzurri partiranno dal quarto e ultimo turno preliminare di Europa League (chiamato anche turno play-off) che quest’anno si giocherà il 19 e 26 agosto per poi accedere, in caso di passaggio del turno, nella classica fase a gironi.

Questa volta, però, il club azzurro con ogni probabilità potrà presentarsi al sorteggio di Nyon del 6 agosto da testa di serie. Il tabellone del turno play off sarà composto da 74 squadre che verranno divise in 37 teste di serie e 37 non teste di serie. Il Napoli dovrebbe essere nel primo gruppo in virtù del suo coefficiente Uefa di 14.867 (il coeff. Uefa si costruisce tramite i risultati europei degli ultimi 5 anni e in base al ranking del paese di provenienza). Essere testa di serie permetterebbe agli azzurri di evitare le corazzate della competizione del primo gruppo (il Napoli l’ha già provato sulla propria pelle quando dall’urna delle teste di serie pescò il Benfica).
Al momento sono 25 le squadre già qualificate per il turno play-off.
Il Napoli è 35esimo nella ricostruzione ipotetica, ma le partite dei turni precedenti sono tutte da giocare. Con un pò di fortuna nel terzo turno preliminare, con eliminazioni di squadre con coefficiente superiore a quello azzurro, il Napoli potrebbe scalare anche delle posizioni, mentre potrebbe perderne qualcuna (ma le possibilità sono minori considerando il minore numero di match) con la discesa nel play-off di Europa League di squadre con coefficiente superiore eliminate nel terzo turno preliminare di Champions. Le squadre, invece, impegnate nel quarto turno preliminare di Champions (come ad esempio la Sampdoria) in caso di eliminazione entrerebbero direttamente nella fase a gironi. 

L’eventuale fase a gironi prevede la divisione delle 48 squadre al via in 4 gruppi (in base al coefficiente Uefa). Il sorteggio di una squadra da ogni gruppo formerà poi il girone. Il Napoli, con ogni certezza, sarà nell’ultimo gruppo e quindi avrà tre avversari dai primi tre gruppi per un girone sulla carta molto complicato. il Napoli al massimo potrebbe perdere 11 posti (in caso di improbabili sconfitte di ‘FC Basilea, Anderlecht, FC København, Hapoel Tel-Aviv, Sparta Praha, Rosenborg, FC Salzburg o Litex Lovech che sono teste di serie nel terzo turno preliminare di Champions e per coefficiente sarebbero superiore al Napoli in caso di “discesa” in Europa League) oppure nel caso di qualificazione al quarto turno di Champions di PAOK Salonicco, Young Boys o AA Gent che non sono teste di serie (e che costringerebbero altre tre squadre con ranking superiore a entrare nel turno play-off di Europa League).

Potrebbe guadagnare, invece, al massimo 15 posti grazie alle eliminazioni di squadre di coefficiente superiore al via nel terzo turno preliminare: Liverpool, Juventus, Sporting CP Lisbona, Olympiakos Pireo, VfB Stuttgart, AZ Alkmaar, Galatasaray, Besiktas, Dinamo Bucuresti, Levski Sofia, Maccabi Haifa, Vienna Austria, CSKA Sofia, OB Odense, o Dnipro Dnipropetrovsk 

Non porterà la cascata di denaro della Champions, ma l’Europa League non deve essere sottovalutata. A maggior ragione quando ti chiami Napoli. Approdare ai gironi vale 3mln e 600mila euro tra premio Uefa e incentivo Lega Calcio. 140mila euro per ogni vittoria e 70 mila euro per ogni pareggio. A queste cifre bisogna aggiungere gli incassi (solo nella partita casalinga con il Benfica la società partenopea incassò oltre 1mln e 600mila euro) più i diritti televisivi centralizzati che sono venduti dall’Uefa. Non bisogna dimenticare anche i bonus per ogni qualificazione: 200mila euro per i sedicesimi, 300mila per gli ottavi, 400mila per i quarti, 700mila per le semifinali e 2mln per la partecipazione alla finale. Il prossimo appuntamento per la marcia d’avvicinamento al 19 Agosto è previsto per il 16 Luglio, quando ci sarà il sorteggio del terzo turno preliminare, in cui sarà impegnata anche la Juventus

LA REDAZIONE

 


Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.