Fedele: “Grava esempio di un calcio romantico che non c’è più”

Enrico Fedele, dirigente sportivo e agente, tra gli altri di Gianluca Grava, racconta ai microfoni di Marte Sport Live la sua soddisfazione nel sapere che il Napoli Club di Madrid è stato intitolato proprio al granitico difensore azzurro:“Grava ha ricevuto grandi riconoscimenti in Spagna dai tifosi azzurri emigrati: questo è un ritorno a quel calcio romantico che spesso non c’è più. Gianluca rappresenta il napoletano che è stato vicino a quella mamma Napoli nonostante tutto e alla fine ha ricevuto tanto in cambio da quella città grazie ai suoi sacrifici, alla sua determinazione, serietà e applicazione. Io e la mia organizzazione di Agenti FIFA siamo fieri di poter vantare un grande uomo come lui nelle nostre fila. Ringraziamo anche Mazzarri senza cui, forse, Gianluca sarebbe rimasto nel dimenticatoio. Domani sarà titolare, una buona occasione per mettere i 90′ nelle gambe. Vargas? Ci vuole pazienza, anche Lavezzi fu accolto con qualche remora all’inizio, poi sappiamo com’è andata. Il cileno ha bisogno di adattarsi ad un calcio molto diverso. Rinaudo e Mascara al Novara? E’ giusto, il difensore non era nei piani di Mazzarri, il fantasista ha messo tutto ma ha troppi uomini davanti e date le sue qualità e l’amore che prova verso questo sport, ha preferito andare dove può giocare. Scambio Santana- Candreva? Non vorrei restasse una promessa mancata, ha grandi qualità ma deve metterci del suo per riuscire ad affermarsi, ad esempio non deve intestardirsi nel portare palla. Aronica? Secondo me rinnova, ha dimostrato grandi qualità e magari, se fosse stato argentino o sudamericano si sarebbe parlato di un fenomeno, è uno dei pretoriani di Mazzarri.”

La Redazione

M.P.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google