Firma Esercito-Coni, l’Albricci cittadella dello sport

Questa mattina è prevista la firma di sottoscrizione della convenzione di uso condiviso dello stadio militare Albricci, all’Arenaccia, tra Coni e Ministero della difesa, e affidato alla neonata società «lo sport e l’esercito per il futuro di Napoli» formata da alcune federazioni sportive e presieduta da Paolo Trapanese. È un grande avvenimento perché l’impianto militare da alcuni anni inattivo se non per gli atleti con le stellette viene di fatto offerto alla comunità napoletana e diventa la cittadella dello sport. Prima della firma della convenzione, la cerimonia è prevista per le 11.30, vi sarà una esibizione di giocatori e studenti in varie discipline sportive a cui poi seguirà un concerto della fanfara della Brigata Bersaglieri Garibaldi di Caserta. Per il Coni saranno presenti il presidente Giovanni Petrucci, il segretario generale Raffaele Pagnozzi e il presidente regionale Cosimo Sibilia, mentre per il Ministero della difesa saranno presenti il generale Guido Landriani, comandante del Comando Militare Esercito Campania, il colonnello Lucio Eugenio Cannarile, comandante del 10° Reparto Infrastrutture e il direttore dell’agenzia del Demanio Campania Antonio Ottavio Ficchi.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.