Fortaleza, tensione nei pressi dello stadio. Pietre sulla polizia

Tensione altissima attorno allo stadio Castelao di Fortaleza: vandali hanno attaccato con pietre, bastoni, bombe artigianali e fuochi di artificio la polizia, che ha formato un fitto cordone attorno all’impianto per impedire ai dimostranti di avvicinarsi, anche con cariche a cavallo. Il gruppo si è staccato da un corteo composto da circa seimila persone e iniziato pacificamente nella capitale del Cearà per protestare contro gli alti costi dei Mondiali del 2014. Il bilancio provvisorio è di quattro feriti, tre agenti e un manifestante. Proseguono dunque ininterrotte le manifestazioni popolari che da tre settimane stanno scuotendo in lungo e in largo il Brasile. Tra i casi più gravi quelli avvenuti a Belo Horizonte: un giovane è morto dopo essere caduto da un viadotto a seguito di violenti scontri tra un gruppo di vandali e la polizia all’esterno dello stadio Mineirao, dove era in corso la semifinale tra Brasile e Uruguay. Durante i tumulti, 58 persone sono state arrestate e 18 sono rimaste ferite. Sale anche il bilancio delle vittime: un adolescente è morto la notte scorsa dopo essere stato investito da un camion che cercava di deviare da una manifestazione a Guarujà, città a 86 km da San Paolo.

Fonte: Il Mattino.

La Redazione.

D.G.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.