Gli arbitri a confronto con la stampa, Valeri: “Quando sbagliato vorrei avere la moviola”

Gli arbitri a confronto con la stampa, Valeri: “Quando sbagliato vorrei avere la moviola”

Ieri in un centro congressi di Roma, l’Ordine dei giornalisti ha organizzato un convegno di aggiornamento. Prove di dialogo fra categorie che si guardano con sospetto. Ecco quanto scrive Gazzetta: “Gli arbitri, con in testa Marcello Nicchi, ci tengono ad aprire: «Magari non sono maturi i tempi per le interviste a fine gara, ma conoscersi è utile. La moviola? Vedremo come sperimentarla, ma siamo aperti, anche se il gioco deve restare fluido. Insieme possiamo lottare contro la violenza. È assurdo che nell’ultimo anno 650 arbitri siano stati picchiati e in quasi tutti i casi gli aggressori fossero tesserati». Giusto, e visto il clima di apertura sorvoliamo su un’uscita non proprio felice su Calciopoli del n. 1 Aia («Sembrava un fatto arbitrale, ma a parte un caso gli altri arbitri sono stati assolti o giù di lì»): perché la prescrizione del reato di associazione a delinquere dell’allora designatore Pairetto, non può essere liquidata così. Ma l’occasione è buona per conoscere gli uomini oltre la divisa. Scopri che Stefano Farina, attuale designatore di B, si arrabbiava quando: «Al lunedì leggevo in pagella: “6, non fa danni”. Ma che commento è? Io mi faccio il mazzo tutta la settimana e poi… Quanti hanno voglia di capire gli arbitri, di ascoltarli? Il problema è il conflitto non il confronto. Serve un ambiente sereno. […] E i protagonisti? Gianluca Rocchi, l’arbitro che fischia più rigori (0,80 a partita contro una media di 0.30, studio presentato dal designatore Messina) dice: «Il fallo di mano oggi è un problema grande. La volontarietà è quasi impossibile da stabilire. E poi l’azione va rivista a velocità normale. Non esiste mai un episodio uguale all’altro. Anche fra noi la vediamo in maniera diversa». Paolo Valeri risponde indirettamente alle polemiche di Zamparini: «Sembrava che nel gol annullato all’Empoli a Carpi, Pucciarelli avesse “soffiato” su Gagliolo, invece lo aveva sgambettato… Bisogna parlare su dati oggettivi. Io in campo quando intuisco di aver sbagliato, una moviola la vorrei. E la sfrutterei. Poi ormai certe cose si sanno in diretta..». Sul problema aggiunge Luca Banti: «I vostri colleghi a bordo campo spesso danno informazioni sbagliate a chi sta in panca. Questo alza la tensione. Così non possiamo lavorare bene. Il telefono io lo tengo spento: dovrebbero farlo anche gli altri addetti…».


Studente di “Lettere Moderne” presso l’Università Federico II è giornalista pubblicista da Gennaio 2012; Arbitro Ufficiale della Federazione Italiana Pallacanestro dal 2006. Sposa il progetto di IamNaples.it nell’Agosto del 2010. Collabora, come redattore, con Casoriadue Settimanale da Settembre del 2009, curando nel ruolo di web master il sito della suddetta testata.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google