Il calcio dimezzato da neve e gelo

Il calcio dimezzato da neve e gelo

La neve e il gelo hanno vinto ancora una volta la loro partita contro il calcio italiano in una stagione tra le più complicate degli ultimi anni. Dopo la debacle del turno infrasettimanale di inizio febbraio, quando ci furono sei rinvii tra serie A e serie B, e il pareggio dello scorso weekend, quando la massima serie ha dovuto rinverdire gli antichi usi dell’orario unico pomeridiano alle 15 per cercare un poco di pace, l’inverno ha di nuovo trionfato, gettando il campionato nel caos. Come si temeva, l’Emilia Romagna è stata investita da una nuova ondata di maltempo e stamani è stato inevitabile rinviare Bologna-Juventus e Parma-Fiorentina, entrambe previste per oggi alle 15.
«Bologna-Juve? Quello che conta è offrire sempre un bello spettacolo perchè i tifosi chiedono questo», ha spiegato Antonio Conte, tecnico della Juventus, parlando del problema calendari legato alle difficili condizioni meteo. «Chi viene allo stadio lo fa per vedere una partita di calcio e non altri sport, ci devono mettere nelle condizioni di offrire un bello spettacolo», conclude.
Le due città emiliane e i relativi stadi sono sommersi dalla neve, così come avvenuto a Modena, dove non si è giocata Modena-Padova in serie B, e Cesena, dove addirittura è a rischio il recupero di Cesena-Catania rinviata il 4 febbraio. Mancano pochi giorni alla data fissata, mercoledì 15, ma il Comune romagnolo ha fatto sapere di non essere in grado di garantire per allora gli interventi necessari allo stadio Manuzzi. Ieri non è scesa in campo nemmeno la capolista della serie B, il Pescara, che avrebbe dovuto ospitare all’Adriatico la Juve Stabia. Se le partite previste per ieri della serie A, Udinese-Milan e Cagliari-Palermo, si sono disputate regolarmente, oggi si giocheranno quasi certamente gli altri tre incontri di questa giornata-spezzatino. A Milano e Bergamo Inter-Novara e Atalanta-Lecce verranno regolarmente disputate alle 15. In entrambe le città è previsto tempo nuvoloso e temperature di poco sotto lo zero, senza precipitazioni. Anche a Catania si giocherà la sfida tra la squadra di casa e il Genoa. Anche se nella città etnea pioverà per tutta la mattinata, la possibilità che il campo sia impraticabile, come avvenuto il 14 gennaio con la Roma, sembra scongiurato. Quanto ai due posticipi di domani, c’è tranquillità per Napoli-Chievo e poche preoccupazioni per Siena-Roma. Resta il fatto che per la terza giornata consecutiva i campionati di A e B sono stravolti, con 15 partite finora rinviate su un totale di 63 che si sarebbero dovute giocare dal 31 gennaio.
Questa situazione incide in qualche modo anche sull’equilibrio dei tornei, dato che giocare ad una settimana, o anche un mese di distanza dalla data stabilita – per Bologna-Juventus e Parma-Fiorentina si parla di disputarle il 7 marzo – cambia decisamente le cose sia tra le due contendenti, sia per le altre squadre. Il maltempo ha stravolto anche i campionati minori, con tredici gare cancellate in Lega Pro e quasi una ventina in serie D, e coinvolto anche il basket. Solo in Serie A sono state rinviate per neve gli incontri Pesaro-Cantù e Montegranaro-Venezia, previsti entrambi domani nelle Marche.
In serie A sono in tutto sette le partite da recuperare: Bologna, Catania, Fiorentina, Juventus e Parma due gare in meno; Atalanta, Cesena, Genoa e Siena una gara in meno.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google