Il Mattino – Il Napoli sarà vincente solo quando giocherà in un grande stadio

Secondo quanto riferisce l'edizione odierna de Il Mattino prima si troverà un accordo con il comune per la questione San Paolo meglio sarà per gli azzurri

Il Napoli sarà definitivamente grande quando avrà un grande stadio,che non significa un impianto da 80 mila posti -quanti ce n’erano ai tempi di Maradona,tutti occupati perché la pay-tv era lontana -ma una struttura moderna e attrezzata, in grado di assicurare quei servizi, anche minimi, che al momento mancano.Questo non è solo l’auspicio di De Laurentiis,ma soprattutto dei tifosi,testimoni diretti del degrado dell’impianto.Una serie infinita di problemi. C’è perfino un intero settore chiuso da tre mesi(anello inferiore della Curva A)ed è un danno rilevante, non economici, per il club, che è peraltro in attesa del saldo di quattro milioni, credito vantato nei confronti del Comune per i lavori effettuati. Invece, l’ultimo documento partito da palazzo San Giacomo sarebbe una sollecitazione a sottoscrivere gli atti della convenzione-ponte fino al 30 giugno prossimo, ricevuti pare che si tratti di una diffida.Non è pensabile che De Magistris giochi una partita contro il Napoli perché andrebbe contro gli interessi del Comune. Il dialogo con De Laurentiis deve riprendere perché la società ha bisogno di un supporto istituzionale. Il Napoli è il club che partecipa ininterrottamente da cinque anni(2010, Europa League) a manifestazioni internazionali ed è andato vicino allo scudetto nel 2011.Uno stadio costruito secondo moderni parametri, ispirato alla legge del dicembre 2013, consentirebbe un’ulteriore crescita.Attraverso le attività commerciali all’interno dello Juventus Stadium, tanto per fare un esempio, il club campione d’Italia ha incamerato 40 milioni nella scorsa stagione: perché non potrebbe accadere anche a  Napoli? De Magistris e De Laurentiis convergono sul punto più importante: il Napoli non può continuare a giocare in questo San Paolo.Tocca adesso al sindaco e al presidente, coadiuvato su questo fronte dai dirigenti Chiavelli e Formisano e dall’avvocato Ceceri, trovare il punto di intesa. Difficile,ma non impossibile,perché è fuor di dubbio che il Napoli non possa andare a giocare lontano da Napoli.

Fonte: Il Mattino

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.