Maradona: “Voglio sanare questo equivoco”

Maradona: “Voglio sanare questo equivoco”

Il Fisco e Maradona? Ora si parlano. Tramite agenzie di stampa e legali, certo. Ieri un inizio di dialogo a distanza. Il via lo ha dato al mattino Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle Entrate che ha chiarito: «Se viene a sanare le sue pendenze con il Fisco ben venga, io sono un suo tifoso». Befera si riferisce all’ipotesi di presenza di Diego Armando Maradona a Napoli il 5 aprile, giorno dell’udienza in commissione tributaria provinciale sulla sua vicenda.
A Befera risponde in serata Maradona da Dubai premettendo «sulla mia situazione con il fisco ho già fatto sapere tramite il mio legale Angelo Pisani e con un video: ribadisco che sono stato vittima da molti anni di una congiura fatta verso di me da ignoti che non mi volevano bene. Non sono mai stato evasore, voglio che lo capiscano i cittadini e i contribuenti prima dei giudici e di Equitalia perché mi fa piacere tornare in Italia a testa alta e lavorare in pace. Non voglio sconti e privilegi ma solo sedermi con Befera e il mio avvocato per sanare questo infinito equivoco».
Storia di 25 anni fa e partita da 38 milioni di euro. Lineare il discorso di Diego: «Rispetto il lavoro di Befera (al quale tramite il legale, va un grazie per aver detto di essere un suo tifoso, ndr) voglio capire perché sono stato sempre visto come un evasore se io non ho mai fatto del male a nessuno e ho sempre pagato le tasse che conoscevo. Dopo 25 anni vorrei sentirmi libero». Poi il colpo ad effetto, alla Maradona. Sentiamo Diego: «Sono pronto a fare il testimonial della legalità ed anche del fisco umano, sono pronto ad essere l’esempio di una buona soluzione per il fisco che sa ascoltare i cittadini che non sono evasori per professione, il fisco che alla fine fa prevalere la giustizia e la saggezza».
Ma ci sarà Diego a Napoli il 5? O resta a Dubai per gli impegni dell’Al Wasl che allena? «Tornerò prima per l’udienza nel rispetto dei giudici e per dimostrare la mia buona fede e innocenza per la causa che io ho chiesto per chiarire il mio caso, dopo i consigli del mio amico avvocato e, salvo impegni lavorativi in Arabia, dove ho un contratto con gli arabi gelosi del mio amore per Napoli, arriverò puntuale perché la pace col fisco deve essere una festa». Così parlò il Pibe. Chiara la volontà di esserci, il resto si vedrà. Se l’udienza venisse rinviata ci sarebbe altro tempo per un accordo con il Fisco. Diego vuole chiudere. Fioccano rumors di interessi di multinazionali per spot con la sua immagine in Italia.
«Si potrà chiarire e sanare bonariamente la posizione di Maradona – commenta Pisani – le dichiarazioni di Befera mi sembrano sagge e affettuose, un’apprezzata apertura. Sanare pendenze significa anche chiarire le posizioni. Non solo pagare».

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google