Il Mattino – Mazzarri carica: «Siamo forti spaventeremo il Villarreal»

 Una notte attesa ventun anni. Riecco la Champions al San Paolo. Una grande suggestione per i napoletani che risponderanno con un altro tutto esaurito, una priorità per società e tecnico. La sfida contro il Villarreal è la più importante di questa serie infinita di settembre.

«La Champions è la priorità della società ed anche la mia»,

 conferma Mazzarri durante la conferenza stampa di vigilia. Un concetto che aveva già espresso più volte durante questo avvio di stagione.

 «In Champions League metterò sempre in campo la migliore formazione possibile».

La migliore formazione, cioè gli undici di Manchester, meno uno: Maggio. Il nazionale di Prandelli non ha smaltito al cento per cento il problema muscolare e Mazzarri, dopo aver consultato lo staff medico, preferisce non rischiarlo in vista della sfida con l’Inter. Assente anche Dzemaili.

«Quella di Maggio è un’assenza pesante perché ha caratteristiche uniche in squadra, un’assenza paragonabile a quella di Cavani o Lavezzi. E poi mancherà anche Dzemaili, a centrocampo dovrò riproporre Gargano che ha giocato tante partite ravvicinate».

 Nel Villarreal squalificato Borja Valero, segnali positivi per Rossi.

 «Il Villarreal è una grande squadra, superiore a noi in termini di esperienza. Ripeterà la partita dell’anno scorso in Europa League quando al San Paolo giocò una partita di attesa, venne a fare la guerra su ogni pallone puntando tutto sulle ripartenze. Sarà una partita difficilissima, anche perché loro potranno puntare a due risultati su tre»,

preannuncia l’allenatore azzurro. Il Napoli stasera dovrà fare la partita, cioè dovrà fare la cosa che gli riesce peggio contro squadre chiuse che non lasciano spazi.

«Difficoltà che incontra il Napoli, ma che sono le stesse di Milan e Inter. Fin quando non trovi il gol diventa difficile giocare contro squadre che ti aspettano. Noi comunque lo sappiamo e studiamo il modo migliore per colpire gli avversari nei loro punti deboli.

Fa parte del processo di crescita, adesso gli avversari ci affrontano in maniera diversa perché siamo più temuti». Ha studiato pregi e difetti del Villarreal, nel pomeriggio di ieri ne ha parlato con gli azzurri.

 «Ho visto la partita alle nove di mattina, il Villarreal ha giocato bene contro il Bayern, poi succede di non segnare. È stato così anche per noi contro la Fiorentina: le nostre occasioni le abbiamo costruite senza raccogliere nulla, penso ad esempio anche a quella del primo tempo di Cavani. Contro il Milan abbiamo tirato quattro volte in porta segnando tre gol».

La seconda notte di Champions dopo quella magica di esordio contro il Manchester City. Un pareggio in Inghilterra che ha aperto prospettive diverse in ottica qualificazione.

«La mia filosofia, la nostra filosofia non cambia. Affrontiamo ogni partita come se fosse una finale. Metteremo tutto quello che abbiamo in corpo per prevalere sul Villarreal. Abbiamo parlato degli errori commessi contro la Fiorentina per non ripeterli. Dobbiamo evitare gli slanci per troppa generosità lasciando spazi pericolosi per le ripartenze».

 Mazzarri sottolinea il processo di crescita del Napoli, chiamato a gestire al meglio le forze tra Champions e campionato.

«Una crescita vertiginosa, al punto tale che dopo due vittorie siamo stati indicati come la squadra da battere. Ho sottolineato l’affermazione di Galliani per cui chi gioca la Champions rischia di perdere dieci punti in campionato. Confermo le difficoltà, in termini anche d’infortuni. Maggio l’ho perso per questa sfida perché sono stato costretto a schierarlo a Verona pur avendo giocato tutte le partite. Per questo ribadisco che quel turnover era indispensabile e poi l’unico modo per portare in forma elementi come Pandev è metterlo in campo».

 

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino

 

 

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google