Il Napoli del “dopo-Pocho”

L'analisi di Gianluca Losco degli azzurri ai nastri di partenza

“Levatemi tutto, ma non la mia difesa a tre” potrebbe essere il motto del tecnico Walter Mazzarri. Difensori bravi a marcare, ma anche a farsi trovare in avanti quando serve (specie capitan Cannavaro sui calci  piazzati). Gli esterni devono correre all’impazzata, portando il loro contributo ad entrambe le fasi; centralmente troviamo una buona combinazione di interdizione, regia e i fondamentali inserimenti di Hamsik. L’attacco è retto da una punta che non è mai solo una punta: per informazioni, chiedere ad  Edinson Cavani.

IL MATADOR, LA STELLA – Arriva nel 2010 con la fama di non essere un grande goleador: poche le reti segnate nei tre anni  a Palermo. A Napoli viene trasformato in prima punta, e in due anni mette a segno “appena” 50 gol in 71 presenze. Segna sempre e comunque: di destro, di sinistro, di testa, su rigore e su punizione.  Difficile trovare un punto debole. Con l’addio di Lavezzi, è definitivamente  lui la stella, ma non dimentichiamoci del secondo “tenore” rimasto: Hasmik.

LORENZINHO, LA SORPRESA – E’ sempre stato di proprietà del Napoli, fin dalle giovanili. Raggiunta la maturità, è stato mandato tre volte in prestito. L’anno scorso è arrivata la consacrazione in Serie B con il Pescara targato Zeman (già avuto anche a Foggia): in totale 18 gol e 14 assist. Adesso è chiamato a  confermarsi anche in Serie A: teoricamente non parte come titolare, ma sicuramente può essere determinante con la sua tecnica sopraffina.
L’ERA POST POCHO – Il Napoli ha mantenuto l’ossatura fondamentale della squadra, ma si è dovuto piegare (come molti altri) agli sceicchi del PSG. Perso Lavezzi, sono rimasti gli altri due tenori. In particolare per  Cavani i partenopei hanno dovuto continuamente respingere le avances di Juventus e dei club inglesi. A centrocampo se ne è andato Gargano, ma sono arrivati Behrami e El Kaddouri. Fondamentale il riscatto di Pandev.

Fonte: TMW Magazine

La Redazione

M.V.

 

Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.