Il Napoli ha pronta l’offerta per Radosevic

Il Napoli ha pronta l’offerta per Radosevic

L’Hajduk Spalato aspetta l’offerta del Napoli: magari già oggi. E nel frattempo aspetta con ansia anche Josip Radosevic. In Croazia, a Spalato, con le braccia conserte e la voglia di sentire l’azzurro sulla pelle: subito o da giugno. Non ha partecipato al ritiro della squadra in Turchia, questo giovanissimo centrocampista alla dinamite che, all’improvviso, è diventato un uomo copertina del mercato italiano, e il suo telefono squilla in continuazione: tutti lo chiamano, tutti gli chiedono cosa farà. Il Napoli lo ha seguito e conosciuto con fascino attraverso i racconti degli uomini-mercato di De Laurentiis, ed è per questo che la sua scelta, la sua preferenza è per il club di Hamsik e Cavani; l’Hajduk, però, fino a ieri non aveva ancora ricevuto un’offerta ufficiale, proprio come quella recapitata dal Parma: schermaglie tipiche, tira e molla congeniti delle trattative. Fatto sta che lui, Radosevic, ha le idee molto chiare: vuole il San Paolo. Lo avrà ancora, almeno fino alla fine della stagione, anche Antonio Rosati, il vice di De Sanctis: era stato richiesto dal Bologna, ma a gennaio non si muoverà da Napoli. 

LA STELLA – E allora, le ultime novità. Poche, a dire il vero, quelle venute fuori dal lunedì del dopo-Fiorentina. Una giornata di chiacchierate, di informazioni e poco più, prima di entrare nel vivo del mercato di gennaio. Il fronte più stuzzicante, sul fronte acquisti, è relativo al centrocampo: sistemato l’attacco, e in attesa di sistemare la cessione (o le cessioni) in difesa e dunque studiare un successivo nuovo ingresso, è il reparto dei mediani a creare un pizzico di suspance. La questione più in voga, dicevamo, è relativa a Radosevic, 19 anni il 3 aprile, le luci della ribalta a Spalato, dove viene trattato come un astro nascente, e gli occhi di tanti osservatori addosso: il mediano dell’Hajduk, uno che in patria qualcuno ha anche accostato a Gattuso nel grande gioco dei paragoni, è conteso dal Napoli e dal Parma, con gli azzurri in netto vantaggio perché forti del gradimento del giocatore. Della sua voglia di giocare con gente come Hamsik, Cavani e Pandev, e di approdare in un club che punta allo scudetto o quantomeno a ritornare in Champions. 
OBIETTIVO MONDIALE – Ecco, la questione dell’ambizione è fondamentale, in questo affare: perché Radosevic, seppur giovanissimo, ha già esordito in Nazionale e anzi è considerato tra i papabili selezionati al Mondiale brasiliano 2014. Ci crede eccome, Josip, ed è per questo che il Napoli per lui sarebbe la squadra ideale: un trampolino di lancio verso la consacrazione proprio come fu per Hamsik, Cavani e Lavezzi. Non resta che attendere il contatto definitivo tra la dirigenza azzurra e quella croata. Mediato dal manager e scopritore del giocatore, l’ex attaccante, Eupremio Carruezzo. 
L’ARGENTINO – Non soltanto il mediano dell’Est, però, nella lista: anche l’Argentina, infatti, offre un alter ego molto considerato, Bruno Zuculini del Racing Avellaneda. Un mediano tosto e talentuoso quanto il collega, e pressoché suo coetaneo: compirà 20 anni il 2 aprile, Bruno, e dunque è più grande di appena un anno e un giorno di Radosevic. Il suo manager, Dario Decoud, ha ammesso un contatto con il Napoli (e il Milan) attraverso Filippo Fusco, avvocato-manager napoletano e suo socio italiano. 
IL PORTIERE – Tra un paio di giovani possibilità in evoluzione, anche una conferma: Rosati non lascerà il Napoli a gennaio. No, il ventinovenne portiere e vice di De Sanctis non si muoverà per il momento: avendo trovato spazio esclusivamente in Europa League, e tra l’altro con poca fortuna, s’era fatta strada l’ipotesi di una sua cessione, ma il club azzurro non ha intenzione di cederlo. Negli ultimi giorni, soprattutto il Bologna aveva chiesto informazioni su di lui. Se ne riparlerà, magari. A giugno. 
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.


La redazione di IamNaples.it

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google