Il posto di Lavezzi è troppo scomodo: ora tocca a Sosa

Il protagonista resta lui, a prescindere dal fatto – mai secondario – che vada in campo per giocare o resti ai margini della partita. Se n´è parlato dopo la sconfitta di Villarreal, che ha determinato l´eliminazione dall´Europa League, in termini negativi per le due clamorose palle gol sprecate. E se n´è discusso anche nel dopo partita di San Siro, ma lui non c´era, dopo le 3 sberle che il Napoli ha subito dal Milan. «Ah, se ci fosse stato Lavezzi!» hanno esclamato in tanti. Lui, invece, se n´è stato in tribuna, costretto dalle tre giornate di squalifica rimediate per lo scambio di sputi col romanista Rosi: ne ha già scontate due (prima contro il Catania poi in casa del Milan) e completerà la punizione domenica, contro il Brescia che arriva al San Paolo. Insostituibile Di Lavezzi ce n´è uno solo e quando non è disponibile cominciano i problemi veri per il Napoli. Ci ha provato, Walter Mazzarri, a trovare la soluzione giusta, quella che sarebbe dovuta servire a limitare, nel possibile, i danni contro la capolista. Ha voluto dare fiducia a Giuseppe Mascara, titolare per la prima volta da quando è arrivato a Napoli. Ma l´attaccante catanese è stato sopraffatto dal vigore fisico e dalla velocità di Abate prima e di Oddo dopo i primi venti minuti della ripresa. Nonostante la dedizione e la grande voglia di convincere l´allenatore, Mascara è stato giudicato ben al di sotto della sufficienza: la sua prestazione è stata mediocre. D´altra parte, non è facile per nessuno sostituire Lavezzi, garantire quelle ripartenze fulminanti e la capacità di saltare l´uomo creando la superiorità numerica. Alternative a Mascara Ne ha almeno un paio a disposizione, Mazzarri. Quella più probabile riguarda José Sosa, il trequartista argentino prelevato nella scorsa estate dal Bayern di Monaco. È lui la grande incognita di questo Napoli. Del suo talento se n´è parlato tanto ma, finora, s´è visto davvero poco. Potrebbe ridargli fiducia, l´allenatore, dopo la bocciatura di San Siro. E la prossima gara col Brescia dovrebbe prestarsi all´eventuale occasione di rilancio. Diversamente, a Mazzarri resterebbe un´ultima carta da giocarsi: Zuniga insieme con Hamsik alle spalle di Edinson Cavani, venti gol in campionato. Soluzione già provata, ma con risultati modesti. Tentazioni Hamsik Dalla Spagna, intanto, arriva la notizia dell´interessamento di Barcellona e Real Madrid per Marek Hamsik. Lo slovacco piace a tanti in Europa. E i due maggiori club della Liga lo stanno seguendo dall´inizio della stagione ed alcuni emissari sono stati segnalati a San Siro anche lunedì sera. Non è una novità che il centrocampista slovacco piaccia a diversi club europei. Insieme con Real e Barcellona, si stanno muovendo pure le inglesi Chelsea e Manchester United, che già da un po´lo seguono con notevole attenzione. L´attuale valore si aggira intorno ai 25 milioni di euro. L´ostacolo più duro da superare, però, resta il presidente Aurelio De Laurentiis che di cederlo non ne vuole proprio sapere.

La Redazione
C.T.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google