Il re delle cravatte vuole acquistare un club a Londra

Marinella tratta una squadra di terza divisione: «Legami tra Napoli e l’Inghilterra»

Ha tenuto il progetto nascosto per mesi. «Ne ho parlato con un caro amico, Gigi De Canio, che ha vissuto un’importante esperienza professionale nel campionato inglese, quando era allenatore dei Queens Park Rangers. Tra la mia azienda e Londra c’è un legame storico e il calcio è l’occasione per rafforzarlo». Maurizio Marinella, il re delle cravatte con la boutique della Riviera di Chiaia frequentata dai vip di tutto il mondo, vuole acquistare una squadra inglese. Non aspira alla Premier League, ovviamente. «Un club di terza categoria della capitale, ecco l’idea. Avevamo anche pensato al Watford, che gioca nella serie B inglese, prima che passasse sotto il controllo della famiglia Pozzo», dice Marinella. Su quella panchina è seduto uno dei grandi calciatori del Napoli del passato, Zola. 

Quando è a Londra per affari, Marinella va spesso allo stadio. «Perché c’è un’atmosfera unica, si trascorre in quegli impianti una piacevole giornata. È un’idea che mi piace del calcio e che vorrei concretamente sviluppare». Ma non con De Canio, che dopo l’interruzione del rapporto con il Genoa ha ripreso a frequentare gli ambienti del calcio inglese: potrebbe affiancare Flavio Briatore, l’ex manager del team Renault di Formula 1 intenzionato a rilevare il Birmingham. «I suggerimenti di De Canio, che ho avuto modo di conoscere quando allenava il Napoli, potrebbero essere preziosi», spiega Marinella.
Mai pensato al Napoli o ad altro club italiano. «Ragioniamo su cifre differenti, ovviamente». Per ora, lo stilista napoletano celebre nel mondo per le cravatte indossate da capi di stato e magnati dell’industria si dedica al Circolo Posillipo, di cui è vicepresidente sportivo. «Seguo molto da vicino la pallanuoto: le ultime due vittorie in campionato sono state importanti. Vogliamo costruire un futuro prestigioso, con i supporti giusti, per questa storica squadra. Ci occupiamo anche degli altri sport che hanno dato lustro al club come canottaggio e scherma: il mio desiderio è far rientrare nella famiglia del Posillipo il vice campione olimpico di sciabola Diego Occhiuzzi».

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.