IN CASA DELL’AVVERSARIO – Athletic Bilbao, velocità e verticalizzazioni l’arma forte di Valverde. Aduriz ce la fa

4-2-3-1 per i baschi, modulo a specchio con quello del Napoli

Napoli-Athletic Bilbao, battere i baschi per la Champions. Il sogno europeo per il Napoli passa dalla Spagna, il sorteggio di Nyon ha deciso che gli azzurri di Benitez devono confrontarsi con la squadra più temibile tra le cinque possibili. Una squadra tutta basca, che ha nell’appartenenza territoriale il suo credo e nei tifosi il dodicesimo uomo. Il “San Mames” di Bilbao è un catino infernale, ma prima i biancorossi dovranno sopravvivere all’inferno del San Paolo ed affrontare un Napoli che, nonostante una campagna acquisti finora ritenuta poco soddisfacente, ha tutta la voglia di partecipare nuovamente alla massima competizione europea, scrigno dei sogni di tifosi e calciatori.

LA CONSAPEVOLEZZA DI MUNIAIN E ADURIZ – “Siamo impazienti di giocare e non vediamo l’ora di raggiungere Napoli per prendere contatto con lo stadio. Nella scorsa stagione abbiamo fatto molto bene, ora affrontiamo un avversario forte ed esperto, ma non speculeremo. Vogliamo giocarci la qualificazione in casa, al San Mames. Non sarà facile batterli, ma cercheremo di giocare come sappiamo”: Iker Muniain, miglior talento dell’Athletic ha le idee chiare. La squadra di Bilbao arriva in Italia con la certezza di potersela giocare con il Napoli e la contemporanea consapevolezza che il “San Mames” sarà decisivo, così come confermato anche dall’esperta punta Aritz Aduriz: “La sfida del San Paolo sarà fondamentale e molto complicata ma abbiamo fiducia nei nostri mezzi. I punti forti del Napoli sono tanti, la compattezza, la fase offensiva, l’allenatore, l’esperienza, tutti fattori che renderanno complicato il nostro passaggio del turno. Ho parlato con Fernando Llorente e mi ha parlato di quanto possa essere temibile l’atmosfera del San Paolo, con la Juventus lui ha perso lì. Gli spagnoli del Napoli? Non ho mai parlato con loro mentre alcuni dei miei compagni sì. Napoli favorito? Vedremo, sarà una sfida dura ma già in passato abbiamo dimostrato di poter battere chiunque, sono sicuro che anche loro ci temono”

SAN MAMES, SOLO TRE SCONFITTE INTERNE – La squadra di Ernesto Valverde nella scorsa Primera Division ha centrato il quarto posto alle spalle di Atletico Madrid, Barcellona e Real Madrid, con 70 punti, 66 gol fatti e 39 subiti. Quinto miglior attacco del torneo e quarta miglior difesa, la società di Josè Urrutia ha nel suo palmares 8 Titoli di Spagna, 23 Coppe del Re e 1 Supercoppa di Spagna. Lo stadio “San Mames” può contenere 53.332 spettatori e dal giorno dell’inaugurazione nell’agosto del 2013 ha registrato solo tre sconfitte interne tra campionato e Coppa del Re.

VALVERDE E IL 4-2-3-1, ANIMA DELL’ATHLETIC – Gran parte dei meriti dei risultati ottenuti nella scorsa stagione vanno al tecnico Ernesto Valverde, che dopo l’addio di Bielsa, ha saputo restituire fiducia al club, regalando una partecipazione alla Champions League dopo ben quindici anni di astinenza. Il suo 4-2-3-1 ha nella corsa e nella verticalità le sue armi migliori, gli esterni d’attacco Susaeta e Muniain hanno gran velocità e sono spesso letali nelle ripartenze, mentre Aritz Aduriz è il terminale offensivo, capace di mettere a segno 18 gol nella passata stagione. La squadra si basa su un perfetto mix di esperienza e gioventù, la rosa registra l’età media di 26 anni e i titolari sono rimasti pressochè inalterati rispetto allo scorso anno, eccezion fatta per Ander Herrera, acquistato dal Manchester United per la cifra di 36 milioni.

LE PROBABILI FORMAZIONINAPOLI: Benitez ha qualche dubbio di formazione: dopo non aver convocato Zuniga, Henrique e Dzemaili non ha ancora sciolto le riserve sull’undici che partirà dall’inizio. I dubbi riguardano principalmente la difesa, ma anche il centrocampo. In porta ci sarà Rafael e a sua protezione sono sicuri del posto Albiol e Koulibaly. Incerta la situazione terzini: Mesto e Ghoulam sono favoriti su Maggio e Britos, Rafa dovrebbe optare per la soluzione offensiva con i primi due favoriti. A centrocampo al fianco di Jorginho dovrebbe esserci Inler, ma Gargano potrebbe superare lo svizzero. Alle spalle del “Pipita” Higuain agirà il trio Callejon-Hamsik-Insigne, con Lorenzo favorito su Mertens.

ATHLETIC BILBAO: Anche Valverde deve sciogliere qualche dubbio. In porta il titolare indiscusso è Iraizoz, in difesa ci saranno Iraola, Gurpegi, uno tra Laporte e San Josè e uno tra Balenziaga e Aurtenxte, con il primo favorito. Il centrocampo sarà composto da Iturraspe ed Etxeberria, mentre alle spalle del recuperato Aduriz ci sarà il trio composto da Susaeta, de Marcos e Muniain.

CURIOSITA’ – Benitez e il difensore dell’Athletic San Josè si sono incrociati a Liverpool. Il centrale di Pamplona ha giocato in Inghilterra dal 2007 al 2009, non riuscendo mai ad esordire in prima squadra, ma giocando con regolarità nella squadra riserve dei reds.

A cura di Dario Gambardella.

 

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.