IN CASA DELL’AVVERSARIO – Verona in crescita e in serie positiva da tre partite. Ma con il Napoli…

IN CASA DELL’AVVERSARIO – Verona in crescita e in serie positiva da tre partite. Ma con il Napoli…

Verona-Napoli, ventisettesima giornata di campionato, gli azzurri di Benitez volano al Bentegodi alla ricerca dei tre punti scaccia-Lazio. All’andata finì in goleada con uno scatenato Higuain e il ritorno al gol di Marek Hamsik, il Verona di Mandorlini non ha mai vita facile con il Napoli e non vince da 15 anni con gli azzurri. Una vittoria casalinga porterebbe entusiasmo a una piazza che in questa stagione sta ottenendo poche soddisfazioni, vincere contro l’odiato Napoli avrebbe poi, per i tifosi del Verona, tutto un altro sapore. Ma non sarà un’impresa facile…

VERONA IN CRESCITA – Il Verona è cambiato totalmente rispetto allo scorso anno. Gli addii di Iturbe, Romulo e Jorginho hanno rivoluzionato la squadra in negativo, non essendo arrivati sostituti all’altezza. Ci si aspettava di più da Marquez e Saviola, che non hanno più la brillantezza di un tempo, mentre la difesa ha spesso fatto acqua da tutte le parti, con ben 46 gol subiti in 26 partite, seconda solo a Cesena e Parma che di gol ne hanno subito uno in più. L’attacco, dal canto suo, non sta deludendo con 31 gol all’attivo: il sempreverde ed eterno Luca Toni ha messo a segno ben undici gol, seguito da Nico Lopez a quota cinque. Nonostante un inizio di stagione non eccezionale, il 38enne di Pavullo sul Frignano è l’arma migliore per la salvezza dei gialloblu e Mandorlini non può mai rinunciare a lui. Dopo tre sconfitte di fila, nelle ultime tre giornate sono arrivati tre risultati utili consecutivi, ovvero i due pareggi contro Roma e Milan e la fondamentale vittoria di Cagliari, importantissima per tenere a distanza i sardi, lontano ben 9 punti. La squadra è in crescita, la riadozione del 4-3-3 ed il ritorno di molti infortunati, hanno consentito a Mandorlini di poter schierare la migliore formazione. A Milano il Verona ha giocato molto sulle fasce e con gli interni di centrocampo Ionita e Hallfredsson, che hanno fatto partire molte azioni offensive assieme a Juanito Gomez. Negli ultimi tre match sono stati subiti quattro gol, la fase difensiva è ancora il tallone d’Achille dei gialloblù, ma la situazione sta migliorando. Durante la stagione il Verona ha alternato buone prestazioni a debacle clamorose come le sconfitte per 6-2 contro il Napoli e per 5-2 contro il Genoa, è mancata la continuità e Mandorlini non è mai riuscito ad arrivare nelle parti alte della classifica, sfiorate a più riprese nello scorso campionato.

COME ARRIVA IL VERONA – Mandorlini recupera Rafael Marques dopo la contusione al ginocchio destro riportata sabato col Milan. Il brasiliano si è regolarmente allenato col resto dei compagni e sarà quindi a disposizione, così come Valoti, per la partita di domani. Marquez e Ionita hanno lavorato a parte e non ci saranno, il secondo è anche squalificato. Qualche problema per Nico Lopez, a riposo per una leggera sindrome influenzale, dovrebbe partire dalla panchina.

PROBABILI FORMAZIONI: VERONA – Mandorlini deve ovviare alle assenze dello squalificato Ionita e dei centrali difensivi titolari Marquez e Marques. In porta ci sarà Benussi, in difesa i ballottaggi sono tra Sorensen e Rodriguez ed Agostini e Sala, in ballottaggio anche con Obbadi per un posto a centrocampo. In attacco partirà dalla panchina Nico Lopez, non al meglio. Questa la probabile formazione: Benussi; Pisano (Sala), Sorensen, Moras, Agostini (Pisano); Sala (Obbadi), Tachtsidis, Halflfredsson; J.Gomez, Toni, Jankovic.

NAPOLI – Anche Benitez ha qualche indisponibile di troppo. Recuperato Maggio, in ballottaggio con Mesto per un posto a destra, saranno assenti Gargano, Koulibaly e Strinic, oltre ai soliti Michu e Insigne. Zuniga partirà dalla panchina, a centrocampo il ballottaggio è tra Mertens e De Guzman, con il belga favorito. Pochissime chances per Jorginho e Zapata. Questa la probabile formazione: Andujar; Maggio (Mesto), Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, Lopez; Callejon, Hamsik, Mertens (De Guzman); Higuain.

L’ARBITRO – Sarà Luca Banti di Livorno l’arbitro del match che andrà in scena al Bentegodi domenica alle 18. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Musolino e Tegoni, il quarto uomo sarà Faverani e gli addizionali Peruzzo e Candussio.

A cura di Dario Gambardella


Laureando in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, diplomato al Liceo Classico Jacopo Sannazaro. Dal 2011 collabora con la Redazione del programma TV Golden Gol di Mario Cacciatore, visibile su Tele A+ e Tv Capital e con IamNaples.it, cura l’organizzazione del torneo universitario di calcio a 8 “UniConfederation League”. Appassionato di tutti gli sport, in particolare calcio, tennis e pallacanestro, ama particolarmente il calcio minore, soprattutto quello campano. Il suo obiettivo massimo è formarsi nel giornalismo sportivo.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google