Cerca
Close this search box.

Juventus-Napoli 4-3: non bastano i gol dei tre acquisti, a regalare la vittoria ai bianconeri è un autogol di Koulibaly. Le pagelle di IamNaples.it

Ottimo impatto sulla gara di Lozano

E’ finita da poco la partita tra la Juventus e il Napoli, all’Allianz Stadium di Torino. I partenopei hanno perso 4-3, dopo essersi ritrovati sotto di tre gol intorno al 60′ e aver addirittura trovato il pareggio per 3-3. Alla fine, l’autogol di Koulibaly al 92′ è risultata decisiva e ha regalato alla Juventus i tre punti. Proprio il difensore che, due stagioni fa, aveva regalato al Napoli di Sarri la vittoria per 0-1 allo Stadium di Torino, al 90′.

MERET 6,5: Ben posizionato sul tiro di Cristiano Ronaldo, il primo della partita, indirizzato centrale. Abbastanza centrale anche la conclusione di Danilo, entrato da pochissimo, ma il portiere ex Udinese con il piede riesce solo a deviarla e a non impedire il gol del vantaggio della Juventus. Incolpevole sul 2-0 di Higuain. Ottima parata su Khedira alla mezz’ora, dopo una splendida azione dei bianconeri, che sarebbero potuti andare già in vantaggio di tre gol. Nel secondo tempo continua a tenere a galla la sua squadra, soprattutto parando un tiro strepitoso di Douglas Costa, grazie anche all’aiuto della traversa, diretto sotto l’incrocio dei pali. Non può nulla sull’autogol di Koulibaly.

DI LORENZO 7: Non facile aver a che fare con Ronaldo, ma il terzino azzurro dimostra ottima tranquillità nella gestione del pallone, pur pressato. Tant’è che l’asso portoghese si sposta spesso sulla fascia sinistra del Napoli per far male, e ci riesce segnando il gol del 3-0. Trova il gol del momentaneo 3-3 sfuggendo alla marcatura di de Ligt.

MANOLAS 6: Si stacca molto bene dalla linea difensiva per risolvere alcune situazioni pericolose, spazzando la palla fuori o trovando il compagno libero a centrocampo. A lui il merito di riaprire il match con il gol del 3-1. Non ha particolari colpe sui gol, ma deve crescere insieme a tutto il reparto, perché sette gol subiti in due partite per una squadre che ha ambizioni molto alte sono troppi.

KOULIBALY 4,5: Due buone chiusure in avvio su Ronaldo e De Sceglio in scivolata. Errore sul secondo gol della Juventus, con Higuain che riceve il pallone spalla alla porta e si gira in un attimo e in uno spazio strettissimo, tagliando fuori il difensore senegalese e trafiggendo Meret in uscita. Sul gol del 3-0 si perde, insieme a Mario Rui, Cristiano Ronaldo. Segna l’autogol del 4-3 finale al 92′.

GHOULAM 5,5: Riesce a contrastare poco Douglas Costa e al 40′ viene anche ammonito. In fase offensiva si propone e offre sempre una soluzione a Insigne, ma le occasioni create sono poche. (DAL 46′ MARIO RUI 6,5: Con Koulibaly si perde Ronaldo in occasione del 3-0, ma in fase offensiva mette spesso in difficoltà Danilo e Douglas Costa. Ottimo cross per Manolas in occasione del 3-1).

ZIELINSKI 6: Nel primo tempo è surclassato dai centrocampisti della Juve e in fase difensiva insieme ad Allan non riesce a offrire alla sua squadra il filtro necessario. Cresce nel secondo tempo, e a sinistra si comporta meglio che al centro: suo l’assist a Lozano per il gol del 3-2. Douglas costa fatica ad aiutare Danilo su quella fascia, e il polacco insieme a Mario Rui costruisce spesso azioni pericolose.

ALLAN 5: Sua la prima conclusione del Napoli, con un destro potente parato molto bene da Szczesny. Male per il resto della partita, dove la juve ha vita facile a centrocampo. Khedira più volte sfiora il gol, andando alla conclusione indisturbato. Cresce poco dopo il calo della Juventus, e Ancelotti lo sostituisce con Elmas per portare un po’ di freschezza e lucidità in più. (DAL 74′ ELMAS 6: Bene nella gestione del pallone e in fase di contenimento. La punizione del gol del 4-3 nasce da un suo fallo tattico su Dybala, sul quale viene anche ammonito).

CALLEJON 6: Pensa di più a dare una mano a Di Lorenzo in fase difensiva per aiutare nella marcatura su Ronaldo, che a creare occasioni da gol. Viene a mancare l’intesa con Mertens e Insigne, rispetto alla partita di Firenze. Ottima la punizione che porta al gol del momentaneo 3-3.

FABIAN RUIZ 5,5: Sbaglia quei pochi palloni che gli arrivano in posizione da trequartista, con l’entrata di Lozano si sposta più indietro, precisamente al posto di Zielinski, che va a sinistra. Per entrare nella partita ha bisogno di toccare tanti palloni e nell’ultima mezz’ora offre parecchie soluzioni e smista bene il pallone da una parte all’altra del campo.

INSIGNE 5,5: Male come tutta la sua squadra nel primo tempo. Prova vanamente a creare qualche pericolo per Szczesny. E’ in generale tutta la fascia sinistra, poi cambiata da Ancelotti all’inizio del secondo tempo, a non essere una soluzione per il Napoli. (DAL 46′ LOZANO 7: La sua entrata porta vivacità all’attacco del Napoli e scompiglio nella difesa della Juventus, dove ne fa le spese de Ligt, che se lo perde sul gol del 3-2. Ottimo impatto sulla partita e interessante anche la posizione ricoperta, da seconda punta insieme a Mertens. In alcuni tratti della gara si sposta anche sulla destra per duettare con Callejon).

MERTENS 5: Fatica a entrare nella partita e tocca pochissimi palloni, chiuso da Bonucci e de Ligt. Nonostante la crescita del Napoli nel secondo tempo, le cose per lui non migliorano per niente.

A cura di Nico Bastone

Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
Gestione Sinistri
la giovane italia
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.