Juventus, Sarri: “Voci su Allegri? Se non volevo essere sotto esame, andavo alle poste”

Ecco le parole del tecnico

In vista della semifinale di Coppa Italia, il tecnico della Juventus Maurizio Sarri ha parlato del momento delicato:

“La cena con Agnelli e Paratici? Si doveva fare dopo la Fiorentina poi io ho fatto tardi a Coverciano e lui aveva altri impegni, lui dice perché mi vuol far conoscere i migliori ristoranti di Torino. Il presidente parla sempre della globalità, non del singolo periodo, era qualcosa di già programmato”, dice, smentendo di fatto una possibile valutazione del suo operato finora. “Se non avessi voluto essere sotto esame, avrei fatto domanda alle poste, questo è un lavoro così, specialmente alla Juve. È la normalità, con un risultato negativo arrivano i giudizi esterni, siamo dove ci aspettavamo di essere, se si parla di linea generale siamo in linea con quelli che erano gli obiettivi iniziali, vediamo da una partita persa che all’esterno ha ripercussioni più ampie di quelle in società”.

L’intenzione di Sarri è di riscattare subito la sconfitta contro il Verona: “Stiamo lavorando sui momenti in cui andiamo in vantaggio, il Milan è migliorato molto a livello di risultati, ha perso il derby ma giocare contro la Juve è sempre stimolante per tutti, è una partita complessa. I miei ragazzi si allenano bene, con intensità e applicazione. Resti sorpreso magari di fronte alla prestazione negativa: gli allenamenti hanno sempre standard altissima. E noi sulla gestione del vantaggio dobbiamo lavorare. Qui si lavora bene per struttura, organizzazione societaria, per rapporti con i giocatori, è un pubblico diverso da altri pubblici per territorialità, non lo vedi molto a Torino ma in ambiente nazionale, forse internazionale, nel complesso. La catena di comando della Juve è molto snella, è molto facile avere rapporti diretti con tutti”.

“Abbiamo una rosa ampia, ma in questo momento ci sono anche degli infortuni. Noi siamo pronti a usare più moduli. Pjanic mezzala? No, per me il suo ruolo ottimale è questo. Sta un po’ faticando in queste ultime partite, ma io metto in conto un piccolo calo stagionale. Cristiano Ronaldo? Mi ha detto che si sente bene. Appena avrà una sensazione di stanchezza me lo dirà e valuteremo se farlo riposare”.

Su Chiellini, Ramsey e Bentancur: “Giorgio ha fatto 50 minuti di partita inserito in una nostra rappresentativa giovanile contro una squadra di dilettanti, ha fatto bene, ha bisogno di un altro paio di prove di questo tipo con un paio di livello progressivo degli oppositori. Aaron secondo me è in crescita dal punto di vista fisico. Va tenuto in considerazione. Rodrigo ha fatto un errore: a volte non costa nulla, a volte può costare un gol. Gli è stato detto, bisogna capire come ha vissuto il giocatore la sensazione in campo”

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.