LA REPUBBLICA – Benitez scioglie i dubbi: Pandev preferito ad Insigne, Cannavaro in vantaggio su Britos

Il poliglotta Benitez ne sa una più del diavolo. «Ma il significato della parola timore non lo conosco», bluffa l’allenatore del Napoli, tradito peraltro dal suo italiano già fluido e quasi perfetto. Non gli crede nessuno, infatti. Se un pizzico di paura la prova, tuttavia, bisogna dire che Don Rafa la nasconde benissimo: perfino ai suoi giocatori. Ieri mattina li ha rimandati tutti a casa per qualche ora, tra lo stupore generale, al termine della rifinitura a Castel Volturno. «Rilassatevi un po’ in famiglia ». Come se stasera (20.45) non ci fosse al San Paolo il faccia a faccia con i vicecampioni d’Europa, una potenza del calcio. «Il Borussia Dortmund è la squadra più in forma del continente, gioca con un ritmo fuori dal comune, con schemi collaudati e automatismi perfetti, mandati a memoria nelle sei stagioni della gestione di Klopp». Guai a chi gli parla di risultato scritto in partenza, però. «Si va in campo undici contro undici, abbiamo delle armi pure noi e sono certo che faremo la nostra partita: avendo fiducia in noi stessi». Benitez ha spiegato ai suoi giocatori che la Champions vada presa di slancio, con coraggio. «È la prima verifica per il mio Napoli ad alti livelli: il nostro obiettivo è misurarci con i migliori e sono queste le partite che più mi piacciono: abbiamo la possibilità di dire al mondo che siamo forti ». Ecco perché il Borussia Dortmund dovrà essere affrontato col massimo rispetto, ma senza complessi di inferiorità. «Noi vogliamo vincere e se ci sarà da rischiare lo faremo: la nostra prima idea è attaccare, se i tedeschi non ce lo consentiranno cercheremo un piano alternativo. Può anche darsi che avremo un approccio tattico diverso dal solito, per il valore degli avversari. E se ci sarà da aggiustare qualcosa sono pronto. Di sicuro, però, non pensiamo di schierarci sulla difensiva. Sarà una sfida spettacolare». Il Borussia resta comunque favorito e Benitez ne è consapevole. «I tedeschi sono ai vertici in Germania e pure in Europa, giocano bene e sono molto forti fisicamente. Noi invece siamo all’inizio di un progetto nuovo, pur lavorando bene. Sono realista e mi sembra che piano piano il Napoli migliori: siamo sulla strada giusta per arrivare alla vittoria. Ora non so dove saremo a maggio e non ci penso: sono concentrato su questa partita», tira il freno per un attimo Rafa, dribblando i complimenti di De Laurentiis. «Mi piace che il presidente abbia fiducia in me, però in campo ci vanno i giocatori ». La formazione è fatta: rientrano Zuniga, Maggio e Behrami, conferma in attacco per Pandev al posto di Insigne, l’unico ballottaggio è tra Britos e Cannavaro (favorito il capitano). «Qualche cambio ci sarà: il turn over è normale per me e dovrà diventarlo per il gruppo». Nessuna invidia per i campioni dei rivali. «Lewandowski? Noi abbiamo Higuain e me lo tengo stretto». La vera arma in più promettono tuttavia di rivelarsi i 60 mila. «I tifosi devono essere importanti per noi: ci aspettiamo un grande aiuto. So quello che può dare alla squadra il San Paolo pieno e sono emozionato al pensiero di ciò che ci aspetta. La gente farà la differenza, basta che rispetti le regole. Vogliamo giocare nel nostro stadio tutte le partite ». Già, perché non è una finale: anche se ne ha tutta l’aria.
Fonte: La Repubblica

La Redazione
L.D.M.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.