L’analisi di Benitez: “E’ mancata la cattiveria”

L’analisi di Benitez: “E’ mancata la cattiveria”

E’ amareggiato. Anche se fa buon viso a cattivo gioco, a Benitez il risultato non è andato giù. E si era anche raccomandato, come rivela nel dopopartita: « Sì, gliel’avevo detto: ragazzi, la partita non è finita. Se non facciamo il secondo gol, rischiamo di pareggiarla per un nonnulla. Attenzione ». E, invece, in campo è andata proprio come temeva il tecnico spagnolo. Altri due punti gettati al vento tra le mura amiche. Stavolta per un eccesso di sicurezza.
DOPPIA PROVA – Altra prestazione a due facce. Primo tempo a tutta birra, producendo solo un gol. Ripresa a ritmo blando finchè Calaiò non ha pareggiato su calcio da fermo. Dice il tecnico del Napoli: « Avremmo dovuto segnare di più nel primo tempo e poi magari gestire la partita. Calaiò: «Mi dispiace aver fatto gol proprio qui dove ho avuto trascorsi importanti Lo dedico a mio figlio»E’ ovvio che se non si riesce a fare il secondo gol
si rischia sempre di pareggiare fino alla fine. Il calcio è questo. Mancava la stessa intensità del primo tempo e questa è stata la differenza. Poi è arrivato il pari ed ha compromesso tutto ».
Ma Rafa non perde le sue convinzioni dopo un altro passo falso interno, seppure l’ennesimo. Per lui l’obiettivo resta il secondo posto e la qualificazione diretta in Champions League: « Se vinciamo le nostre partite, si può ancora sperare di arrivare secondi. Ed il campionato è ancora lungo ». Problemi di concentrazione ma anche tecnici. L’allenatore del Napoli sembra avere le idee chiare e di aver capito cosa non è andata: « Ci è mancato l’ultimo passaggio. La cosa più difficile ma anche quella più importante. Abbiamo sbagliato abbastanza nel lavoro di rifinitura. La chiave del nostro problema in fase conclusiva è quella. Nel primo tempo abbiamo gestito bene la palla e siamo riusciti ad arrivare spesso al limite dell’area avversaria. Ci è mancata quella lucidità nel servizio al compagno meglio piazzato al momento giusto. Non sembrava che il Genoa potesse pervenire al pareggio. In fondo ha fatto una sola ripartenza nel secondo tempo. La partita era nelle nostre mani. Ripeto, avremmo dovuto avere la determinazione di fare il secondo gol. Ed a quel punto la gara sarebbe sicuramente cambiata ».
OTTIMISMO – Benitez non sembra preoccuparsi più di tanto. « No, non sono preoccupato ma occupato a risolvere i problemi della squadra. Abbiamo gestito bene la rosa fino ad oggi, la squadra sta bene. In fondo, abbiamo subito il pari su palla inattiva e nei minuti finali. Cambiare i giocatori per mantenere la condizione fisica l’abbiamo fatto e fatto bene, l’abbiamo visto anche nel primo tempo ».
IN TRASFERTA – Intanto a Livorno mancheranno pedine importanti, Higuain e Callejon. Ma prima della trasferta in Toscana ci sarà l’impegno di Europa League: « Avete visto un grande Swansea col Liverpool? Il calcio inglese è fatto così, c’è tanta intensità. Vedremo se la partita dello Swansea con il Liverpool ci porterà dei vantaggi ». Ovviamente conta di trovare un avversario sfiancato dall’impegno in Premier League. C’è anche tempo per commentare il rapporto con De Laurentiis che fila d’amore e d’accordo: « Il presidente ha capito la nostra situazione, quello che abbiamo fatto in Champions League, ora c’è l’Europa League e la finale di Coppa Italia che stanno ad indicare che questa non è una stagione negativa, certo poteva andare meglio e magari queste partite mettono un po di amarezza, ma quello fatto fin ora è positivo ».
L’EX – La rete dell’1-1 l’ha segnata l’ex Calaiò: una prodezza balistica su punizione, l’attaccante si è scusato con il San Paolo. «Mi dispiace aver fatto gol qui, ho avuto trascorsi importanti. Ma quando ho l’opportunità cerco di dare il massimo per questa maglia. Se lo dedicano questi tifosi. Il gol è per la mia famiglia, per mio figlio Jacopo che lo aspettava da tanto tempo. Una punizione bellissima, mi spiace qui, ripeto, ma questo è il mio lavoro» .

Fonte: Corriere dello Sport


Iscritto alla Facoltà di Scienze della Comunicazione, presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, collabora con Iamnaples.it dal 2011. In particolare cura la rubrica settimanale “I Temi dela Serie A” e il format inedito di Iamnaples .it “Scugnizzeria in the World”. Durante le sessioni di calciomercato inoltre si occupa di fare un panoramica sul mercato della Serie A e Serie B con la rubrica “I Temi del Mercato”.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google