Langella: “Io, sardo d’adozione ma con il cuore azzurro”

Non è un ex del Napoli ma un tifosissimo azzurro che ha trovato la sua fortuna a Cagliari, Antonio Langella, ala attualmente svincolata, per gli isolani è “Arrogotutto” (spaccatutto). A Martesport Live il calciatore napoletano si cimenta nella sfida: “Non è una partita come le altre, quello che c’è verso i napoletani non è astio o antipatia, credo possa definirsi odio. Come tutti sappiamo è dal ’97 che tutto ebbe inizio, da allora la sfida col Napoli è una delle più attese del Campionato, se non la più attesa. Io al Napoli? E’ il più grande rammarico della mia carriera, quando Esposito si sposò a Capri due invitati di lusso mi avvicinarono: erano De Laurentiis e Marino. Sperai che mi volessero portare davvero sotto il Vesuvio, ma come spesso capita, non se ne fece niente. Ora sono sardo d’adozione, si sente dal mio accento, vivo a Porto Torres, ma il Napoli l’ho sempre avuto nel cuore. Il valore della squadra attuale? Credo che insieme al Milan possa vantare l’attacco più forte della A.”

La Redazione

M.P.

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google