L’angolo del calcio estero:lo United perde il primato,il City è in vetta. Il portiere Howard segna!

Il Newcastle vince contro il Manchester United sfatando un tabù che durava da ben dieci anni. Il 3-0 casalingo, valido per la ventesima giornata di Premier League, sancisce la seconda sconfitta consecutiva per gli uomini di Sir. Alex Ferguson dopo quella rimediata all’Old Trafford la scorsa giornata contro il Blackburn Rovers per 3-2. Le reti per i Magpies sono messe a segno da Demba Ba, Cabaye e autorete di Jones. Per quanto riguarda la compagine di Alan Pardew, questi torna a vincere tra le mura amiche dello Sports Direct Arena, dopo quasi due mesi di astinenza, riavvicinandosi così alla zona “Europa” in classifica. Ad approfittare del periodaccio dei cugini è il City di Roberto Mancini che supera agevolmente il Liverpool per 3-0 in una partita comunque combattuta. Orfani di Mario Balotelli, i Citizens passano grazie ad una papera del portiere Reina su un tiro da lontano del Kun Aguero, poi Yaya Tourè e Milner su rigore chiudono i conti. Gli uomini del Mancio quindi, nonostante la sconfitta di misura rimediata a capodanno in casa del Sunderland, firmano la loro quindicesima vittoria su venti partite giocate in Premier. In casa Reds, invece, l’aria sembra esser ancora pesante dopo la stangata rimediata con la squalifica di ben otto giornate di Luis Suarez a causa degli insulti razzisti ad Evra durante il match tra Liverpool e Manchester United – disputato il 15 ottobre scorso. L’uruguagio infatti, secondo un documento pubblicato dalla Federazione inglese, rischia l’espulsione (a vita) dai campi di calcio nel caso replicasse tale gesto. Al quinto posto, con due punti in più ai Reds, troviamo l’Arsenal di Arsene Wenger che perde 2-1 il derby contro il Fulham. Sembrava fatta per i Gunners, dopo la rete di Koscielny del primo tempo, ma poi -al termine della gara- prima Sidwell e poi Zamora ribaltano clamorosamente il risultato. L’eliminazione dall’Europa League da parte dei Cottagers sembra aver caricato tutto l’ambiente, guadagnando in queste ultime quattro partite (esclusa la sconfitta contro lo United) punti fondamentali per l’obiettivo salvezza. L’Arsenal, invece, sembra non aver trovato la giusta dimensione in questo campionato a causa dei suoi risultati decisamente altalenanti. Inoltre i Gunners dovranno mettere a segno qualche colpo di mercato, soprattutto per riorganizzare la corsia sinistra per i tre infortuni rimediati da Gibbs, Andrè Santos e Vermaelen: Aly Cissokho, Taiwo e Maxwell sono i nomi più gettonati. Il Chelsea vince 2-1 al Molineux Stadium contro il Wolverhampton, grazie a Frank Lampard che salva la panchina di un Villas Boas sempre più in bilico. Dopo esser passati in vantaggio con Ramires, ed esser raggiunti da Ward, il centrocampista inglese salva i suoi siglando il suo ottavo centro in Premier,  portando i Blues al quarto posto in classifica grazie ad una vittoria che mancava da ben quattro partite. Adesso la società di Abramovich è distante cinque lunghezze in classifica dal Tottenham. Gli Spurs vincono di misura contro il West Bromwich con una rete di Defoe. La banda di Redknapp (che i rumors di mercato avvicinano alla panchina della Nazionale inglese dopo l’Europeo) prosegue la sua striscia positiva che non la vede perdere da sei partite consecutive, nonostante le insistenti voci di mercato riguardo i suoi gioielli Bale e Defoe. All’ottavo posto in classifica troviamo un sorprendente Stoke City a quota 29 punti. I Pottermus passano sul campo del Blackburn Rovers per 2-1 grazie ad una doppietta di Peter Crouch. Terza vittoria consecutiva in trasferta nelle ultime quattro partite per gli uomini di Tony Pulis, il quale sta ripagando in pieno gli sforzi fatti dalla presidenza nel mercato della scorsa estate con gli acquisti di Crouch, Palacios e Cameron Jerome (oltre Woodgate e Upson presi a parametro zero). Un’altra sorpresa di questo campionato è il neopromosso Norwich City, collocato al centro della classifica con 25 punti. La vittoria fuori casa per 2-1 contro il Queens Park Rangers arriva grazie alle reti di Pilkington e Morison (superflua la rete di Barton per padroni di casa). Al Goodison Park non serve a nulla la storica rete del portiere dei padroni di casa dell’Everton che fa sbloccare il risultato contro il Bolton grazie ad un lungo rilancio partito dalla propria area di rigore che supera verosimilmente il portiere avversario Bogdan (secondo portiere che sostituiva Jaskelainen infortunato).

Infatti gli ospiti prima pareggiano, quattro minuti dopo con Ngog, poi completano la rimonta con Gary Cahill che trasforma un rigore concesso dall’arbitro Dowd per il fallo in area di rigore di Distin sullo scatenato N’Gog. Con questa sconfitta il Bolton rimane sempre nelle zone caldissime della classifiche al terz’ultimo posto a quota 16 punti, mentre l’Everton guadagna tre preziosi punti per la salvezza. Uno straordinario momento di forma lo sta passando anche il Sunderland di Martin O’Neill che, grazie alla vittoria fuori casa per 4-1 contro il Wigan, conquista dieci punti nelle ultime quattro partite. I Black Cats possono così guardare con ottimismo il proprio futuro. Dopo l’illusoria vittoria rimediata il 31 dicembre scorso allo Stanford Bridge contro il Chelsea, l’Aston Villa perde in casa 2-0 contro lo Swansea in seguito alle reti di Dyer e Routledge. In questo modo i Villans vengono risucchiati nella zona rischiosa della classifica. La Premier League torna sabato 14 gennaio visto il successivo impegno di FA Cup del prossimo week end.

 

 

 

 

Gilberto D’Alessio

<

p class=”MsoNormal” style=”text-align: left;”> 

Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google