Cerca
Close this search box.

Le magie di Cavani per la Champions

Per il "Matador" è la partita adatta ad incrementare il bottino realizzativo?

Le parole di De Laurentiis sono servite a rasserenare lui ed a tranquillizzare i tifosi: il Napoli non intende privarsi di Cavani, del suo bomber principe, avviato ormai a diventare l’attaccante più prolifico della storia del club. Nessuno meglio del Matador nei due anni di permanenza in azzurro. Sessantadue reti in novanta gare di cui quarantasei solo in campionato. Nè Vojak, nè Careca; nè Vinicio e neanche Maradona, Savoldi o Canè, nessuno meglio di lui. Ed ora al Napoli, orfano di Lavezzi (non al top) e Pandev (ancora squalificato), non resta che aggrapparsi a Cavani ed alla sua fame di vittorie nel tentativo di acciuffare la zona-Champions. All’uruguagio non mancano le motivazioni. E le aspirazioni. «‘O guaglione» , come l’ha definito il presidente nel suo intervento da Pechino, punta a vincere qualcosa di importante in carriera avendo raggiunto piena maturità tecnica e consapevolezza dei propri mezzi; a rafforzare la sua dimensione in ambito internazionale; e, perchè no, puntare ad un adeguamento del contratto visto le sirene che arrivano dall’Inghilterra, dalla Russia o dalla Spagna.  Ambizioni che possono solo giovare al Napoli ed alle sue chance di chiudere in bellezza la stagione agonistica che culminerà con la finale di Coppa Italia. Cavani non sarebbe stato sfiorato dalle polemiche sopraggiunte dopo la gara con il Novara. Lo assicura uno dei suoi procuratori, Claudio Anellucci. Il Matador è quello di sempre, voglioso di trascinare i suoi alla vittoria, gasato al punto giusto dopo il ritorno al gol, giammai sfiorato dall’idea di voler cambiare aria. Del resto, in presenza di un contratto che scade nel 2016 e lontano dalla possibilità di attivare l’articolo 17, spetta solo al Napoli prendere una decisione. E De Laurentiis è stato più che esplicito: «Cavani resta con noi» . E lui di rimando: «A Napoli, io e la mia famiglia ci troviamo bene». 

LECCE, VITTIMA PREFERITA – Come in un arena, ogni volta che il Matador affronta il Lecce, agita lo spadino. Ai salentini ha già realizzato tre gol in due gare. Memorabile il primo, nel campionato scorso: uno slalom tra quattro avversari ed una fucilata in pieno recupero; non meno bella la doppietta realizzata in questa stagione, all’andata. Ora, però, è atteso all’acuto in via del Mare. Il peso dell’attacco partenopeo cadrà tutto sulle sue spalle, in teoria; nella pratica, però, potrà giovarsi della nuova formula tattica che prevede il sostegno di Hamsik e Dzemaili, nonchè delle controfughe di Maggio.  L’esperimento ha fornito risposte interessanti con il Novara, ora va saggiato in trasferta ed al cospetto di un avversario affamato di punti come non mai: il Lecce concederà pochi spazi in fase difensiva ma dovrà guardarsi dai guizzi del Matador e dagli inserimenti dei due trequartisti. Mazzarri confida molto nella ritrovata vena di Cavani, un calciatore che da solo è capace di fare reparto e di trovarsi sempre nella posizione giusta. Confida anche nella voglia del bomber di dimostrare che la sua dichiarazione post-Novara ha generato solo un colossale equivoco.

I CORTEGGIATORI – Dovranno rassegnarsi i tanti estimatori di Edinson: da Abramovich che vorrebbe tamponare la partenza di Drogba al Chelsea; a Mancini, rimasto impressionato dalla doppia sfida in Champions con il City; ai russi dell’Anzhi. «Cavani è un attaccante che merita platee importanti» , disse tempo fa, Tabarez, ct dell’Uruguay. Ma per De Laurentiis, Napoli è già una piazza importante e Cavani non si tocca, specie se con i suoi gol arrivasse l’accoppiata: qualificazione in Champions e conquista della Coppa Italia.

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.

Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
Gestione Sinistri
la giovane italia
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.