L’EuroNapoli è già da record. Cinque anni consecutivi nelle coppe, in Italia nessuno come gli azzurri

LE BASI. Vennero gettate nell’ottobre del 2009, allorché il patron decise di rimpiazzare Donadoni con Mazzarri. Il Napoli poggiava già su fondamenta piuttosto robuste, create dal binomio Marino-Reja e da una scalata repentina dalla C1 alla A. Ma la vera svolta ci fu nell’autunno del 2009 quando Mazzarri riuscì a strappare la qualificazione in Europa League con il sesto posto ( cinquantanove punti) alle spalle di Inter, Roma, Milan, Sampdoria e Palermo. E da lì è proseguito il processo di stabilizzazione. L’anno successivo, grazie all’acquisto di Cavani, il Napoli scalò ben tre posizioni, terminando terzo, alle spalle di Milan ed Inter, con settanta punti ed accedendo così in Champions League. Nel 2011-2012, i partenopei sfidarono a testa alta i colossi del calcio europeo, piazzandosi davanti a Manchester City e Villarreal e crollando solo ai tempi supplementari al cospetto del Chelsea che poi si laureò campione d’Europa. Ma quella formazione pagò lo sforzo della Champions, arrivando solo quinta con 61 punti, eppure conquistando la Coppa Italia ed accedendo all’Europa League. Ed ecco la chiusura con il botto del ciclo-Mazzarri: secondo posto con settantotto punti ed è di nuovo Champions League. .

LA STERZATA. L’estate scorsa, la sterzata. O meglio, la rivoluzione. Allenatore nuovo: Benitez. Sette calciatori nuovi. Altra filosofia di gioco. E l’impegno di Champions League sempre più arduo. Da più parti si temeva un rallentamento della corsa. Invece, il Napoli di Benitez ha stupito tutti per la rapidità con cui ha saputo rimettersi in corsa: ottima figura nel girone di Champions, un po’ meno in Europa League; terzo posto in campionato con relativa ammissione ai preliminari di Champions, Coppa Italia vinta di nuovo, record di vittorie in trasferta ed una scorpacciata di gol (centoquattro) per la felicità dei propri tifosi. Cinque anni per diventare grandi, altri cinque per puntare ancora più in alto d’ora in poi.

Fonte: Corriere dello Sport
Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.