L’ex Quagliarella vuole insidiare il podio al Matador Cavani

Con la doppietta a Catania («E sarebbero stati tre i gol, se l’arbitro avesse visto il pallone oltre la linea della porta») Quagliarella è balzato a quota 8 reti nella classifica cannonieri. Il ragazzo di Castellammare di Stabia si è lanciato all’inseguimento di Cavani, Eto’o e Di Natale. «Ma non è il titolo di capocannoniere che mi interessa, l’importante è che la Juve vada avanti. Stiamo lavorando molto bene in questo inizio di stagione, anche se i problemi, a cominciare dagli infortuni, non sono mancati», spiega l’ex giocatore del Napoli, che non è stato utilizzato in Europa League perché aveva giocato con gli azzurri il playoff d’agosto contro l’Elfsborg. Quagliarella è stato ceduto negli ultimi giorni del mercato estivo, con la nuova formula del prestito con «obbligo» di riscatto tra un anno. Il suo trasferimento ha suscitato forti polemiche. Quagliarella, che nell’estate 2009, quando passò dall’Udinese al Napoli, aveva giurato eterno amore alla maglia azzurra, ha detto che la decisione era stata presa in tre: lui, la dirigenza e Mazzarri. Però era entrato nel mirino della tifoseria, che lo aveva accusato di tradimento. Parole respinte al mittente: «Io resterò tifoso del Napoli, ma sono un professionista e ora il mio obiettivo è arrivare con la Juve molto in alto». Del Neri gli ha dato subito fiducia e non soltanto perché nella Juve c’è stato il problema dell’infortunio di Amauri. «Anzi, il suo rientro tra qualche settimana sarà molto importante per la squadra», sottolinea Fabio. Gli 8 gol realizzati ancor prima della fine del girone d’andata, per uno che ne ha segnati al massimo 13 in una stagione (con Udinese e Sampdoria), sono tanti. «Eppure, in tutte le squadre dove ho giocato hanno sempre cercato un bomber», dice con un po’ di amara ironia Quagliarella.

la Redazione

f.c.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.