Malù: “A questo Napoli manca la continuità”

Malù: “A questo Napoli manca la continuità”

Nel primo anticipo della quinta giornata di ritorno, il Milan ottiene una vittoria d’orgoglio e di carattere su un campo difficilissimo come quello di Udine, dove non ha mai vinto nessuno quest’anno, e nella prima gara senza lo squalificato Ibrahimovic. Proprio i due chiamati a sostituire lo svedese, Maxi Lopez ed El Shaarawy, hanno portato in dote i tre punti pesantissimi, anche per il morale. Purtroppo anche questa settimana siamo costretti a vedere un sacco di partite rinviate, che per la sicurezza della gente è un bene ma il campionato viene sfasato. La Juventus, assoluta dominatrice, viene fermata solo dalle condizioni atmosferiche per la seconda volta nel giro di 10 giorni. In un momento di ottima forma, questo giocare a singhiozzo può essere penalizzante per gli uomini di Conte, anche se dobbiamo evidenziare l’ottimo stato di forma del Bologna, che avrebbe potuto mettere in difficoltà i bianconeri, con Di Vaio, Mudingayi e compagni. Il destino ha riservato lo stesso trattamento di bianconeri e felsinei anche a Parma e Fiorentina, costrette anche loro a non scendere in campo. Dopo la sconfitta che brucia ancora all’Olimpico, l’Inter riceve il Novara, contro la squadra che all’andata costò la panchina a Gasperini. I nerazzurri sono chiamati subito a una prova d’orgoglio, visto come ha tuonato il presidente Moratti e ora sono tutti in discussione: dirigenti, staff tecnico e giocatori. Rientra Forlan che potrebbe avere quella continuità decisiva per il terzo posto e per andare il più lontano possibile in Champions League. Un’altra squadra con un saldo negativo in questo campionato è il Napoli di Walter Mazzarri, che in questo momento non riesce più ad inanellare la continuità della scorsa stagione e, che dopo i passi falsi recenti, ha visto compromettersi quasi definitivamente la riconferma del terzo posto. Un plauso particolare alla Lazio di Edy Reja che, in dieci e in condizioni drammatiche di emergenza, è riuscita a ribaltare un risultato contro un ottimo Cesena del ritrovato Iaquinta, che per i dieci minuti di follia romana, deve fare il mea culpa. Se i biancocelesti continueranno con questo carattere, raggiungere il terzo posto non è più un’utopia. Dopo la conferma del punto di Catania, gli uomini di Luis Enrique sono ancora in attesa di conoscere il loro futuro, infatti la gara con il Siena è ancora in forte dubbio ma, in questa fase importante di campionato, questo giovane progetto deve assumere un pizzico di malizia per portare a termine i risultati. Le altre sfide riguardano il centro e la bassa classifica, con Atalanta-Lecce che promette spettacolo. Infatti, sia Cosmi che Colantuono regalano agli amanti del calcio prestazioni frizzanti e divertenti. Non da meno dovrebbe essere Catania-Genoa, con gli uomini di Marino in ascesa mentre i Montella boys vogliono ottenere quei tre punti non raggiunti contro la Roma e bloccare la corsa verso l’Europa dei grifoni, che saranno privi di Gilardino. Parlando di Serie B, il Torino, dopo la vittoria con la Nocerina, in attesa del big match con la Sampdoria, vincente sull’Albinoleffe, rimette pressione al Sassuolo, che oggi gioca con il Bari, al Pescara, che deve recuperare due partite, al Varese e al Brescia, che continuano con il loro ottimo stato di forma.

Fonte: TMW

La Redazione

A.S.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google