“Matador resta”, la telefonata di Benitez per convincere Cavani

Rafa Benitez ha chiamato nei giorni scorsi Edinson Cavani per sondarne l’umore e, ovviamente, invitarlo a restare a Napoli. Di lui l’uruguaiano ha detto: «E’ un grande allenatore, basta guardare il curriculum. Proprio ciò di cui aveva bisogno il Napoli». Benitez ha bisogno di Cavani per costruire una grande squadra e si è allineato alla posizione di De Laurentiis: «Spero che non vada via perché è un giocatore importantissimo. Tutti noi vogliamo che Edi resti qui, continui a far gol e cresca ulteriormente insieme al Napoli. Potrà fare ancora meglio in una città che lo adora e con una squadra che, ci auguriamo, non avrà problemi a lottare per obiettivi importanti». Benitez toglierebbe volentieri Cavani dal mercato, ma «c’è una clausola che non ci consente di gestire in piena autonomia la situazione – dice a Marca. Non sono al corrente di offerte per il giocatore, so solo che chi vorrà il ragazzo dovrà pagare una cifra prestabilita. Il Napoli non ha bisogno di soldi e quindi non c’è la necessità di vendere Cavani, anzi c’è la volontà di rinforzare l’organico».
Problemi in famiglia Leggermente diverso il punto di vista del Matador, che, però, mette a tacere le continue esternazioni dei suoi familiari: «Quando parlano loro, non sto parlando io. Io sono del Napoli. Non penso ad altre società, per il momento. Se verrà un’altra opzione, si vedrà. Con il presidente, dopo la Confederations, dovrò parlare di un sacco di cose. De Laurentiis ed io siamo persone mature che sanno bene qual è la decisione migliore per entrambi. Sono troppi 63 milioni? Non lo so, devono saperlo il Napoli e le società che mi vogliono. Se un giorno dovessi andar via, mi sentirei pronto per far parte di un grande squadra. Il giorno che me ne andrò, se accadrà, ci saranno tifosi che capiranno e altri che non capiranno. Eventualmente, non voglio andarmene da una porta di servizio ma dalla porta principale».

Fonte: Gazzetta dello Sport

La Redazione

G.D.S.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.