Milan, Rodriguez: “A Napoli per cercare la svolta”

Milan, Rodriguez: “A Napoli per cercare la svolta”

L’arrivo al Milan in estate dopo cinque stagione nel Wolfsburg. Ricardo Rodriguez, dopo un avvio difficile in rossonero è diventato l’eroe della Svizzera, siglando il gol qualificazione ai Mondiali contro l’Irlanda del Nord: “Il rigore direi proprio che non c’era. Quello al derby su D’Ambrosio? Nemmeno, visto che la palla ormai era andata. Ma quello si poteva dare“.

Domani tornerà il campionato e il Milan sarà ospite del Napoli: “Andiamo al San Paolo con l’obiettivo di vincere. Loro sono forti, ma anche nella nostra squadra ci sono tanti elementi di qualità. Le possibilità ci sono tutte – dichiara in esclusiva al Corriere dello Sport”.

Le ripercussioni di un’eventuale vittoria: Sarebbe la svolta per noi. Ne abbiamo bisogno, per dare consistenza al lavoro che stiamo facendo. Ma, anche se dovesse andare male, non dovremo abbatterci, il calcio o­ re sempre un’altra possibilità. Chi toglierei al Napoli? A logica dovrei dire uno dei 3 attaccanti, ma la verità è che io non cambierei nessuno dei miei compagni di squadra.

Tranne che con il Sassuolo, Montella non ha mai fatto a meno di Rodriguez. E’ capitato anche che giocasse nella difesa a 3, come al Wolfsburg: “Io voglio giocare, quindi la posizione conta fino a un certo punto. Tocca all’allenatore decidere e io sono abituato a dare comunque il massimo”.

Sulla lotta scudetto: “Non credo ci sia una squadra che si faccia preferire alle altre. Quelle che stanno davanti hanno tutte qualche chance di spuntarla. L’Inter, ad esempio, non gioca le Coppe, quindi ha tutta la settimana per preparare la gara successiva di campionato. La Juve, invece, è un gruppo di campioni, non solo tra i titolari, ma anche in panchina. E poi sono abituati a vincere. Il Napoli ha dalla sua l’abitudine di giocare assieme da tempo. Attenzione, però, anche a Roma e Lazio”.

La classifica del Milan non è quella auspicata in estate e per raggiungere la Champions la via più breve sembra essere la vittoria dell’Europa League: “Sicuramente, rispetto al campionato, ci sono meno partite. Ma dopo la seconda fase saranno tutte finali. Noi, però, non ci possiamo permettere di trascurare il campionato. Il nostro obiettivo deve essere finire il più in alto possibile. Poi si vedrà in quale posizione”.

Fonte: GianlucaDiMarzio.com


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google