Mirante: “Contro il Napoli sfida difficile, ma vogliamo fare risultato”

Antonio Mirante si sta confermando su ottimi livelli di rendimento. Il portiere del Parma guida una delle migliori difese di Serie A. Delle otto reti subite, cinque sono arrivate su altrettanti calci di rigore, una su un capolavoro di Pirlo, una su un’errore difensivo (gol di Bogdani) e una su deviazione di Lucarelli. Su questa statistica, il portiere di Castellammare di Stabia può vantare grande merito. Domenica ci sarà la sfida col Napoli, che per Mirante significherà tantissimo. Ecco quanto dichiarato nella consueta conferenza stampa.

Il pareggio contro il Chievo ha mosso la classifica e vi ha fatto salire. Questa partita come la inquadri?

“E’ una partita difficile, ma che può farti fare il salto di qualità che ti serve. Andiamo ad affrontare una squadra in forma, in uno stadio difficile. Nonostante la classifica stiamo bene. Anche col Chievo abbiamo messo sotto una squadra avendo un uomo in meno e abbiamo concesso poco agli avversari. Stiamo bene e vogliamo raccogliere più delle altre partite, quando meritavamo di vincere”.

Tu conosci bene Mazzarri. Di questo Napoli, cosa ti fa più paura?

“Ovviamente davanti hanno molta qualità. Sono giocatori veloci e tecnicamente fortissimi. So che magari la partita che avranno questa sera può condizionare la loro preparazione, quindi so che Mazzarri preparerà domenica molto bene. Temo l’attacco e l’organizzazione”.

Per te è quasi un derby.

“Ovviamente giocare a Napoli fa un certo effetto per me che abito da quelle parti. E’ un’emozione abbastanza singolare. Spero di fare uno scherzo a questa squadra perché è nelle nostre corde. Ci spero e sono convinto che potremmo fare bene”.

Ora avete tre partite difficili in una settimana. Arrivano forse nel momento sbagliato per il Parma? oppure pensi che non conti nulla?

“La difficoltà nostra è solo a livello di risultati. Non c’è difficoltà generale o di reparto. Non vedo lacune, vedo una squadra in salute, squadra che è organizzata e lascia poco agli avversari correndo tanto. Ha bisogno solo di un risultato positivo per scacciare via qualche incertezza. C’è da migliorare facendo qualche gol in più e poi sono sicuro che ci scrolleremo di dosso qualche paura. Non si sono cicli terribili di una squadra un difficoltà”.

Alla fine del trittico, si potrà delineare meglio il percorso del Parma in campionato. Si potrà capire cosa si potrà fare questo Parma.

“Sono partite importanti, ma che secondo me non delineeranno ancora la classifica, che si comincerà a spaccare tra 5-6 partite. Lì si vedrà bene. magari dopo con una buona serie positiva le aspettative possono ribaltarsi. La classifica è ancora troppo corta e in tre partite non si spaccherà. Certo, fare qualche risultato positivo ci consentirebbe di mettere dietro tante squadre”.

Quando è arrivato Marino si pensava di prendere tanti gol. Ne facciamo pochi, ma almeno non ne prendiamo tanti, siamo una delle migliori difese del campionato.

“Almeno no, perché avere un’ottima fase difensiva come la nostra è un’ottima base. E’ una cosa su cui lavoriamo tanto. Per me che vedo compagni sacrificarsi e difendere bene è un segnale di forza. E’ una base su cui partire perché è una nostra caratteristica”.

Se quando la classifica si spaccherà, la vostra rotta non dovesse cambiare a fronte di certi miglioramenti, bisognerà cambiare qualcosa?

“Non credo sia una questione di cambiamenti. Anche perché noi giochiamo bene. Contro la Roma abbiamo giocato molto bene, col Chievo anche meglio. Dobbiamo solo sbloccarci. Da cambiare c’è poco, bisogna magari allenarsi di più. Possiamo impegnarci e lavorare di più. Sul piano del gioco e quello difensivo non ci si può rimproverare niente. Può essere che gli attaccanti corrono tanto in fase difensiva e si stancano. Da cambiare secondo me non c’è niente. Ho fiducia in questa squadra, soprattutto quando li vedo arrivare al 90′ di una partita giocata in inferiorità numerica ed essere tristi per non aver vinto”.

 

LA REDAZIONE

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.