Napoli, si riparte dal tridente

Si riparte dal tridente. Walter Mazzarri ha riordinato le idee dopo la folle notte di Verona. Gli sarà bastata la sconfitta contro il Chievo per convincersi che alla qualità non bisogna rinunciare così facilmente come ha fatto lui nel turno infrasettimanale. Spazio al rientrante Lavezzi, dunque, che andrà a completare il tridente con Hamsik e Cavani. Non può sbagliare, il Napoli, stasera. D’accordo, l’avvio di campionato della Fiorentina è stato sorprendente, mac’è da riscattare un mercoledì sciagurato che ha negato ai napoletani la gioia del primato solitario.

Tanta rabbia Quindi, niente più esperimenti o seconde linee per l’allenatore napoletano, che rinuncerà a Maggio, sofferente per un affaticamento muscolare. «Rispetto allo scorso anno, abbiamo un organico più ampio e meglio attrezzato. Se avessi fatto giocare gli stessi avrei corso il rischio che qualcuno s’infortunasse, come è accaduto a Maggio e come Pondrelli (il preparatore atletico ndr.) che è un mago aveva previsto. Il turnover è stato determinante, l’anno scorso, contro Lecce, Brescia e Parma, vittorie che hanno contribuito ad arrivare in Champions League. Mi aspettavo questo gioco al massacro e sono contento che ci sia stata l’inquisizione contro di me, sparatemi! Del resto, più facciamo bene, più si alza l’asticella delle aspettative», ha spiegato Mazzarri ritornando sulla gara di Chievo.

Dimenticare Verona Nessun dramma, dunque, ma soltanto la voglia di rimettere le cose a posto, di riprendersi la simpatia e l’affetto del San Paolo. Tutto sommato, lui è una componente importante nei successi del Napoli. «Ho condiviso un progetto e cerco di schierare sempre la migliore formazione tenendo conto anche degli impegni prossimi. Dopo la Fiorentina, avremo Villarreal in Champions e Inter il sabato successivo in campionato. Dunque, quella che ho fatto a Verona è la scelta meno dolorosa e non perché abbiamo sottovalutato il Chievo, credo la gente l’abbia capito ». Fiducia a Lavezzi L’impiego del Pocho non dovrebbe essere in discussione, ma Mazzarri attenderà l’ok dei sanitari prima di decidere se schierarlo. «Se me lo danno a disposizione, gioca sicuro. La Fiorentina è molto forte, basta leggere i nomi e mi dispiace per Gilardino che non potrà esserci. Sarà una partita terribile, loro non hanno nulla da perdere oltre a grandi valori. Riposerà Aronica e, se posso, fermo pure Gargano».Non esclude, l’allenatore, la riconferma di Fideleff, lo sfortunato protagonista dell’errore che è costato la sconfitta, a Verona. «Il ragazzo va incoraggiato ed aiutato, un errore capita a tutti. Proprio contro il Chievo, lo scorso anno, a sbagliare fu Cannavaro. Fideleff merita un’altra opportunità. Mercoledì sera, fino al momento dello sbaglio era stato tra i migliori in campo. Questo è un campionato molto equilibrato, dove le piccole mettono sempre in difficoltà le grandi. Per chi fa l’Europa è ancora più dura, tanto più per noi che la Champions non siamo abituati a farla », ha concluso il tecnico napoletano.

La Redazione

C.T.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.